Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàLECCE: FIRMATA LA CONVENZIONE CHE PORTERÀ ALLA CREAZIONE DEL PARCO DELLA GIUSTIZIA

LECCE: FIRMATA LA CONVENZIONE CHE PORTERÀ ALLA CREAZIONE DEL PARCO DELLA GIUSTIZIA

LECCE: FIRMATA LA CONVENZIONE CHE PORTERÀ ALLA CREAZIONE DEL PARCO DELLA GIUSTIZIA

L’accordo firmato dal Ministero della Giustizia e dall’Agenzia del Demanio permetterà di concentrare uffici e archivi, risparmiando circa 1,6 milioni di euro annui. La cittadella sorgerà su terreni confiscati alla mafia

Dopo oltre due anni di lavoro intorno al tema in oggetto, è stata firmata oggi la convenzione tra il Ministero della Giustizia e l’Agenzia del Demanio per la realizzazione del “Parco della Giustizia di Lecce”. Il nuovo polo sorgerà su terreni confiscati nell’ambito di inchieste giudiziarie per mafia in Via Adriatica, divenuti quindi di proprietà dello Stato. L’accordo consentirà di accorpare in un unico polo tutte le funzioni di giustizia del capoluogo salentino, compresi uffici e archivi. Grazie a questa operazione, il risparmio complessivo per le casse dello Stato sarà di 1,6 milioni di euro l’anno, a cui si aggiungono i risparmi derivanti dall’efficientamento energetico grazie alla realizzazione di un edificio nuovo, altamente performante.

A sottoscrivere l’accordo sono stati Massimo Orlando, direttore generale delle risorse materiali e delle tecnologie, e Antonio Agostini, direttore dell’Agenzia del Demanio, alla presenza del sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia, Andrea Giorgis, del procuratore generale della Corte d’Appello di Lecce, Antonio Maruccia, del capo dipartimento organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi del Ministero della Giustizia, Barbara Fabbrini. La convenzione rappresenta un passo importante nella creazione della cittadella giudiziaria di Lecce che metterebbe fine alla frammentazione di uffici e permetterebbe di razionalizzare spazi e abbattere i costi. L’Agenzia provvederà all’espletamento delle gare d’appalto necessarie all’affidamento dei servizi tecnici e delle opere e il Ministero della Giustizia contribuirà con uno stanziamento di 70 milioni di euro.

Di seguito una dichiarazione del Sindaco di Lecce Carlo Salvemini:

“Si tratta di un passo avanti, che fa seguito al protocollo sottoscritto nella nostra città con il Ministro Orlando nel 2018, verso la realizzazione di una infrastruttura sociale che consentirà un salto di qualità, sia per la vita quotidiana degli operatori e dei cittadini che frequentano i palazzi della giustizia, sia per l’intera città di Lecce che attende da tempo una migliore sistemazione complessivo di queste importantissime funzioni pubbliche all’interno dell’equilibrio urbanistico cittadino.

La strada è ancora lunga ma è tracciata, anche grazie alla caparbietà della Corte d’Appello e della Procura generale di Lecce che lavorano da tempo per il raggiungimento di questo obiettivo. Nel prendere parte a questo importante passaggio ho ribadito la volontà del Comune e dell’amministrazione di lavorare al fianco del Ministero della Giustizia e dell’Agenzia del Demanio perché i tempi di progettazione e realizzazione dell’intervento siano i più veloci possibili, consapevoli che si tratta di un investimento di notevole entità oltre che di fondamentale interesse. 

A motivarci è anche la forte carica simbolica che riveste la volontà da parte dello Stato di costruire su terreni confiscati alla criminalità. Sui frutti di illeciti guadagni, costruiremo le basi di una più forte e incisiva attività di lotta alle mafie. Andiamo avanti con fiducia”.

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment