Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportPER IL LECCE È IMPERATIVO MANTENERE ALTA LA CONCENTRAZIONE

PER IL LECCE È IMPERATIVO MANTENERE ALTA LA CONCENTRAZIONE

PER IL LECCE È IMPERATIVO MANTENERE ALTA LA CONCENTRAZIONE

Cresce l’attesa della partita contro la Spal perché tutti siamo convinti che una vittoria conquistata contro gli “spallini” sarebbe un importante mattone nella costruzione della promozione in serie A. Ecco perché Corini, sapientemente, sta spingendo a fondo il pedale dell’acceleratore della “ferrari” (quella rampante) messagli a disposizione dalla società.

Il Lecce, oggi come per i successivi cinque incontri da giocare, ha un obbligo quello di tenere alta la concentrazione in modo tale da allungare la striscia di risultati utili e di conseguenza blindare ancora di più quel secondo posto che alla fine della regolar season del campionato significherebbe promozione diretta.

Oggi, i giallorossi si trovano ad affrontare l’ennesimo scontro diretto, ovvero un ulteriore match contro squadre che hanno le steszse mire di Lucioni e compagni. In questo campionato, del resto, tale specie di incontri non ha mai fine perché sono davvero tante le squadre con la speranza di poter giocare il prossimo campionato nella serie superiore; forse mai sono state tante.

Oggi, assisteremo, o purtroppo per i tifosi seguiremo in Tv , ad un incrocio tra due formazioni che nella passata stagione lottavano per la permanenza, in Serie A dove sperano di ritornarci al più presto. A stare alla posizione attuale di classifica le speranze vestono più i colori giallorossi visto che la Spal, che peraltro ha cambiato di recente l’allenatore, ha vissuto un periodo di offuscamento tanto da scivolare abbastanza indietro in classifica.

A oggi, sono proprio i leccesi ad essere più vicini alla meta senza passare dalla roulette dei playoff, mentre ora possono solo puntare, attraverso un miglior piazzamento possibile nella griglia degli spareggi finali, ad affrontarli con qualche chance in più rispetto agli avversari.

Il Lecce, anche se è meglio non parlarne, oggi può migliorare il recente record di vittorie consecutive oltre che la possibilità di allungare anche la serie di partite con la porta mantenuta vergine (sono per ora tre gare) ed infine consentire a Coda di scalare la classifica dei marcatori scelti di tutti i tempi. Una classifica che vede il nostro bomber al quindicesimo posto con 21 reti ad un solo gol da ben cinque calciatori nelle varie stagioni fermi ormai essendo tutti degli ex; poi altri sei (tra cui il nostro David Di Michele fermi a 23 reti per salire poi sul podio dei primi tre che sono: Francioso (altro ex leccese) e Dionigi con 24 reti e capocannoniere del campionato di tutti i tempi il torinista Marco Ferrante stagione 1998/1999 con 26 reti messe a segno. Una precisazione: Di Michele figura in questa speciale classifica come ex Salernitana e Francioso come ex Genoa

Per farlo mister Corini, cui mancherà ancora Mancosu, rientrato in sede dopo l’operazione subita, ma con una panchina sempre più lunga, si affiderà ancora una volta alla formazione che nell’ultimo periodo ha fatto molto bene, scalando posizioni su posizioni, alimentando la speranza che il sogno dei leccesi diventi una bellissima realtà.

Ernesto Luciani

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment