Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportIL LECCE DOPO LA VITTORIA CON L’ENTELLA VUOLE VINCERE ANCORA

IL LECCE DOPO LA VITTORIA CON L’ENTELLA VUOLE VINCERE ANCORA

IL LECCE DOPO LA VITTORIA CON L’ENTELLA VUOLE VINCERE ANCORA

È stata quella di ieri una partita che, forse, ha consegnato alla storia di questo campionato una delle maggiori protagoniste verso il successo finale. Sto correndo molto? Sinceramente non credo, perché se una squadra si comporta come quella giallorossa ha fatto ieri, sono sicuro non può essere una meteora o una falsa illusione. Nei primi minuti, circa una ventina, il Lecce ha sofferto gli attacchi dell’avversario ma non ha mai dato l’impressione di esserne in balia o che da un momento all’altro potesse cedere. Mancosu e compagni hanno resistito alle folate portate da De Luca e gli altri biancocelesti padroni di casa; hanno stretti i denti lasciando da parte il fioretto per impugnare la spada e qualche volta la clava per spazzare via il pericolo. Quando poi al primo acuto del capitano, cross al bacio, Coda ha messo la sua testa più in alto di tutto il gruppetto di quattro avversari che tentavano di annullarlo, ed ha insaccato il gol del vantaggio il Lecce ha cambiato registro ed ha iniziato a comandare senza mezzi termini in campo. Iniziata la ripresa c’è stato il raddoppio e un accenno di rilassamento ha fatto capolino ma le lezioni servono per apprendere come eliminare i difetti. Ed ecco che Corini, sul 2-1, ha fatto la voce grossa e dopo lo scampato pericolo del pari da parte dell’Entella, la squadra è tornata a giocare come il suo “maestro” vuole. Grande applicazione,

gran pressing sul portatore di palla, velocità e precisione nei propri movimenti. Ieri, poi, il Lecce si è avvalso della prestazione molto sopra le linee di Marco Mancosu che ha fornito tre assist perfetti (due hanno trovato i compagni pronti a sfruttare il suggerimento) e poi ha realizzato il rigore che in pratica ha chiuso la partita anche se poi il Lecce ha continuato a cercare altre marcature per assecondare la fame di gol che mostravano di avere Paganini e Stepinski. Ed infatti sia l’uno che l’altro dopo qualche tentativo fallito di poco hanno raggiunto lo scopo ed il Lecce vanta ad oggi il miglior attacco del campionato.

È tutto oro quel che luccica? Per un’alta percentuale credo proprio di sì. Il lavoro svolto da Corvino al mercato estivo e poi quello di Corini sul campo sta dando i suoi frutti ed il Lecce sta crescendo di partita in partita. Ora ha una serie positiva di quattro gare, ha segnato 13 gol (4 Coda, 3 Stepinski, 2 Henderson e Mancosu, 1 Dermaku e Paganini) incassandone otto (tre nella partita perduta a Brescia).

Si deve proseguire su questa strada, con tanto lavoro ma alla fine i risultati verranno di sicuro.

NOTIZIARIO:

Con i giocatori rientrati in nottata da Chiavari, con un volo charter, che riprenderanno il lavoro domani cgfr comunicato stampa: ”Domani mattina (10 novembre ndr) la squadra sosterrà un allenamento all’Acaya” l’ufficio stampa ha provveduto ad inoltrare anche altri comunicati che di seguito riporto:

“Il calciatore Marco Mancosu si è sottoposto questa mattina a radiografia, presso lo Studio Radiologico Quarta Colosso di Lecce, che ha evidenziato la frattura del quarto metacarpo della mano destra.”

 

“L’U.S. Lecce comunica che il calciatore Claud Adjapong è stato convocato in Nazionale Under 21 in occasione delle gare Islanda – Italia (12/11), Lussemburgo – Italia (15/11) e Italia – Svezia (18/11), valevoli per le Qualificazioni ai Campionati Europei U/21.”

 

“L’U.S. Lecce comunica che il calciatore Edgaras Dubickas è stato convocato in Nazionale Under 21 in occasione delle gare Lituania – San Marino (13/11) e Croazia – Lituania (17/11), valevoli per le Qualificazioni ai Campionati Europei U/21.”

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment