Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportIL LECCE LAVORA IN VISTA DEL MILAN

IL LECCE LAVORA IN VISTA DEL MILAN

IL LECCE LAVORA IN VISTA DEL MILAN

La partita contro i rossoneri si dovrebbe giocare domenica 15 marzo alle ore 12.30

Fare calcoli o resoconti mentre il cammino stagionale è ancora in corso è sempre azzardato perché si rischia di essere smentiti dagli eventi successivi e quindi con questa mia nota non lo farò ma prenderò solo atto di quanto sta accadendo al nostro amato Lecce.

Nel corso delle gare sin qui disputate la formazione diretta da Fabio Liverani sta quasi sempre offrendo uno spettacolo gradevole a vedersi ed ha conquistato anche degli ottimi risultati anche in partite che erano dalle previsioni già assegnate all’avversario.

Del resto non bisogna dimenticare che proprio il tecnico leccese era dato, dai bookmakers, ancor prima che iniziasse il campionato, come il candidato numero uno al primo esonero stagionale  ed invece è ancora lì e guida il gruppo verso un sofferto ma probabile ottimo risultato stagionale.

Perché questo senso di fiducia nel prossimo futuro? È semplicemente basato su alcune considerazioni. Una di queste è che il bel gioco, il più delle volte porta buoni frutti. Certo per conquistare risultati positivi bisogna anche non essere solo belli esteticamente ma poi improduttivi ed il Lecce ha saputo dimostrare che quando ha avuto tutti gli uomini disponibili i gol (il prodotto principe del calcio) è sempre riuscito a farlo. Mi si obietterà che la difesa prende molti reti al passivo. Ed è un dato inconfutabile visto che con 56 reti sul groppone il nostro reparto difensivo è il più battuto di tutta la serie A, ma credo anche in Europa. Personalmente resto fiducioso perché mi rifaccio al Lecce di Zeman; anche quella squadra era la più battuta del campionato (45 reti al passivo dopo 26 giornate) ma alla fine la salvezza fu conquistata perché, al momento opportuno, si segnavano i gol e si conquistavano punti importanti.

Il bel gioco praticato dal Lecce di Liverani ha come dogma assoluto quello di arrivare al gol manovrando e sfruttando le varie condizioni di disagio provocate fra gli avversari. Una dimostrazione sta nel fatto che ad andare in gol per i giallorossi sono stati ben dieci calciatori diversi, con Mancosu capocannoniere.

Certo nella squadra, malgrado i correttivi di gennaio, permangono carenze singole e di reparto ma anche le altre concorrenti, salvo il Genoa, non mi pare stiamo meglio ed anzi qualcuna ha gravi problemi finanziari per cui il futuro può riservarci ottime prospettive, basta restare calmi e avere fiducia in chi guida la società e la squadra. Poi, caso mai, a fine maggio faremo un esame più approfondito.

 

NOTIZIARIO: Farias prosegue il suo lavoro di reinserimento nel gruppo, lavorando con i compagni mentre Babacar e Falco sono ancora in differenziato. Per Liverani è già un lusso perc hè finalmente da parecchio tempo a questa parte ha avuto sempre a disposizione il solo Lapadula per poter attaccare ancora più pesantemente gli avversari.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment