Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCulturaLECCE: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “TEATRINO” PRESSO LA SALA CONVEGNI – EX CONVITTO PALMIERI

LECCE: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “TEATRINO” PRESSO LA SALA CONVEGNI – EX CONVITTO PALMIERI

LECCE: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “TEATRINO” PRESSO LA SALA CONVEGNI – EX CONVITTO PALMIERI

Interverranno Giovanna Ciracì (autrice), Gianni De Benedittis (jewerly fashion designer), Stefano Donno (editore de I Quaderni del Bardo Edizioni), Maria Rosaria Nicifero, Maria Rosaria Valentino e Carla Tomacelli

Ospite d’onore Laura Inghirami (fondatrice e direttrice artistica di Donna Jewel)

Un vero e proprio artista, non un semplice orafo. È Gianni De Benedittis, che, partendo dal Salento, la sua terra d’origine, crea futuroRemoto, il marchio di gioielli che spopolerà in tutto il mondo, affermandosi in ogni ambito. Il cinema di Ferzan Özpetek e la moda di Gattinoni lo accolgono come il creatore ufficiale di preziosi dallo stile unico, che abbelliscono attori, modelle e personaggi famosi.

Collane, pendenti, orecchini e altro ancora che sorprendono e provocano allo stesso tempo. Nelle sue collezioni ogni pezzo lascia stupiti, non solo per come è stato costruito, ma soprattutto per quello che rappresenta, come nel caso dell’Anello Orinatoio o dell’Anello Etilometro. De Benedittis è l’ideatore di un mondo tutto da scoprire, in cui nulla è lasciato al caso, ma ogni elemento è studiato nei minimi dettagli.

Giovanna Ciracì, analizzando attentamente non solo la personalità dell’orafo, ma anche tutto ciò che ruota intorno a lui, conduce il lettore in un viaggio affascinante nella storia di uno dei marchi pugliesi più apprezzati nel mondo del fashion e non solo. Partendo dalle origini fino al suo presente, l’autrice di questa monografia racconta l’ascesa e l’evoluzione di un successo che di certo, continuerà a crescere.

Il volume si presenta come un prodotto editoriale innovativo, una monografia che reinterpreta la formula del catalogo d’arte, nato dall’incontro tra la casa editrice I Quaderni del Bardo di Stefano Donno, la giornalista Giovanna Ciracì e Gianni De Benedittis. Un lavoro che vuol essere un omaggio pensato dai primi due per il fondatore di futuroRemoto con l’obiettivo di porre in rilievo una delle eccellenze salentine che ha saputo farsi apprezzare a livello internazionale e in ogni ambito.

Who is Gianni De Benedittis? Designer e creatore di gioielli, fondatore e direttore creativo del brand futuroRemoto. Nel 2007 vince il premio Who is on Next? di VOGUE Italia per la gioielleria; nel 2009, a Milano, il Premio delle Arti, Premio della Cultura. Numerose le mostre in Italia e all’estero. Collabora con il regista Ferzan Ozpetek nella creazione dei gioielli per il film Mine Vaganti (2010); per Aida del 74° Maggio Musicale Fiorentino (2011); per il film Magnifica Presenza (2012); per La Traviata al Teatro San Carlo di Napoli (2012), a Hong Kong (2013), a Bari (2014), a Napoli (2017); per i film Allacciate le cinture (2014),  Rosso Istanbul (2017), Napoli Velata (2017). Dal 2009 disegna e crea gioielli per le collezioni alta moda di Guillermo Mariotto, direttore creativo della Maison Gattinoni. Ogni gioiello di Gianni De Benedittis cattura i sensi e lo sguardo. Varie sono le diverse ispirazioni, narrazioni e i messaggi dietro ogni creazione. Si attraversano mondi a volte anche fantascientifici, talaltra con i piedi ben saldati a terra si abbracciano tematiche ecologiste dalla forte rilevanza sociale.

 L’autrice. Giovanna Ciracì. Giornalista, manager culturale e esperta di comunicazione. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Lingue Moderne per la Comunicazione Internazionale presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Lecce con una tesi dedicata all’ultimo libro di Charles Dickens, The Mystery of Edwin Drood, dalla quale è stato tratto un saggio pubblicato sul prestigioso blog letterario La poesia e lo spirito che ha riscosso inoltre il terzo premio al concorso nazionale letterario Che fine ha fatto Edwin Drood? Risolvi il mistero in un capitolo, indetto nel 2012 dall’Università Federico II di Napoli, dalla Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III e dal Ministero dei Beni Culturali. Ha collaborato con diverse testate locali e nazionali come Ergane Free Magazine di cui è stata responsabile della Sezione Cultura. Attualmente scrive per il quotidiano Salentolive24 ed è stata la referente per la Puglia per la rivista nazionale Polis Magazine in cui tratta di leggende e misteri avvenuti nel territorio pugliese. Da anni cura sotto ogni aspetto manifestazioni di prestigio, che spaziano dalla musica alla filosofia, dagli incontri letterari alle mostre di ogni forma d’arte, collaborando con diverse realtà di rilievo. Si occupa, inoltre, di comunicazione redigendo i contenuti di blog, siti e pagine aziendali di social network. Nel 2016 ha firmato la prefazione del volume Castello Imperiali. Storie, leggende e immagini di Alessandro Rodia, la cui pubblicazione è stata sostenuta dall’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale Gestione e Valorizzazione dei beni culturali della Regione Puglia, nel 2019 ha firmato la prefazione del libro Puglia Quante Storie 2 e quella del romanzo L’ultima tarantata di Pietro Zauli. È autrice, inoltre, dei documentari Giuseppe Manzo. L’estasi della Cartapesta e Marco Di Napoli. Un uomo della Giustizia. È autrice del saggio Sud e Cultura. Quando con la cultura si mangia, pubblicato nella raccolta antologica Da Sud, vincitore del Premio Costa d’Amalfi Libri.

La presentazione avrà luogo in Piazzetta Carducci – Lecce – 7 febbraio 2020 ore 18,30

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment