Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàLECCE RICORDA LE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE

LECCE RICORDA LE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE

LECCE RICORDA LE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE

Anche a Lecce c’è stato un evento in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, promosso da Libera, in occasione della 26esima Giornata della memoria per le vittime della mafia che si celebra oggi.

L’appuntamento che prende il nome di “A ricordare e riveder le stelle”, è stato un momento di riflessione che ha unito le città più importanti d’Italia.

Nello scorso pomeriggio, alle 18:30, Anna Caputo, presidente di Arci Lecce Cooperativa Sociale, è stata in Piazza Sant’Oronzo insieme al sindaco di Lecce Carlo Salvemini, Alice Carlucci di Link, Lorenzo D’Amico di Udu-Studenti indipendenti, oltre a don Raffaele Bruno di Libera per la lettura dei nomi delle vittime della mafia. Sono storie pulsanti di vita, di passioni e sacrifici per il bene comune quelle che rievocano questi nomi: le vite di uomini, donne e bambini che hanno combattuto contro la mafia e non hanno ceduto a ricatti o a minacce.

A dare il titolo all’evento è il ricordo inteso come “richiamo a sé”, un rimando alle stelle a cui dobbiamo rivolgere lo sguardo: quelle persone che ogni giorno si battono per la giustizia sociale e la legalità. Ed è anche un inno alla vita nella sua, non casuale, citazione dell’ultimo verso dell’Inferno della Divina Commedia, in corrispondenza del settecentesimo anniversario dalla morte di Dante. “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, scriveva il sommo poeta. L’auspicio è che, oggi, nel guardare a quel firmamento, ci si possa lasciar alle spalle anche l’inferno della pandemia.

Il tutto si è svolto nel rispetto della normativa anticovid: piazza Sant’Oronzo è stata palcoscenico dell’evento come luogo di cultura leccese, pur senza pubblico a causa delle restrizioni vigenti. L’evento è stato trasmesso in diretta sulla pagina facebook di “Arci Lecce Cooperativa Sociale”.

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment