Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportLECCE: SETTE GIORNI ALLA RIPARTENZA

LECCE: SETTE GIORNI ALLA RIPARTENZA

LECCE: SETTE GIORNI ALLA RIPARTENZA

La società sta lavorando, inoltre, a sistemare le questioni contrattuali in scadenza a fine mese.

Altri sette giorni e poi il gong darà il via alla ripresa delle gare di calendario per la stagione 2019/2020 che passerà alla storia come la più tribolata della vita calcistica di tutti i tempi. Mentre si è in attesa di sapere chi si aggiudicherà il primo trofeo stagionale, la Coppa Italia, la finale si giocherà mercoledì prossimo a Roma tra Juventus e Napoli, le varie società stanno lavorando intorno a due problemi spinosi che però pare siano avviati a felice soluzione: situazione prestiti e rinnovo contratti in scadenza (di norma 30 giugno).

Da vari spifferi raccolti sembra che manchi solo l’ufficialità, ma il problema legato al rinnovo dei contratti con  i  giocatori in scadenza alla fine del mese sembra ormai essere risolto con l’intesa raggiunta dai club di far slittare tutto a quando sarà terminata definitivamente la parte finale di stagione fissata al 31 agosto.

Ciò significa che i calciatori non potranno chiedere soldi extra per i due mesi in più, tenuto conto che, da parte loro, le società non decurteranno una parte degli stipendi della prossima stagione.

Venendo ai casi presenti nel Lecce riscontriamo che in scadenza di contratto ci sono Giulio Donati, Marco Calderoni e Gianmarco Chironi. Con loro, a quanto ci risulta, sono già in corso trattative per il rinnovo del vincolo contrattuale; questi calciatori, tra l’altro, potrebbero chiedere un’integrazione salariale per i due mesi extra se non dovessero rinnovare il contratto per la prossima stagione.

Più numerosi i giocatori in prestito che sono: Babacar e Dell’Orco (dal Sassuolo), Deiola e Farias (Cagliari), Lapadula (Genoa) e Paz (Bologna). Per loro il prestito si prolungherà automaticamente fino a fine agosto.

Diversa, ancora, la posizione giuridica per iprestiti secchi fino al 30 giugno. Per questi serviranno appositi moduli per allungare l’intesa, sia quella tra i due club che quella tra il tesserato e la società in cui ha cominciato la stagione. La situazione più complicata riguarda proprio quest’ultima categoria, che dovrà trovare accordi singoli, in quanto per luglio e agosto sarebbero senza contratto.

Per il Lecce, come noto, rientrano in questa tipologia Antonin Barak (Udinese) e Riccardo Saponara (Fiorentina): per loro serviranno quindi singole intese che, in ogni caso, però, non sembrano rappresentare un problema inquietante.

Eugenio Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment