Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportIL LECCE A TORINO IN TIM CUP: PROFUMO DI SERIE A

IL LECCE A TORINO IN TIM CUP: PROFUMO DI SERIE A

IL LECCE A TORINO IN TIM CUP: PROFUMO DI SERIE A

“Sarà un impegno importante, la Coppa Italia è gratificante poterla giocare con una squadra forte come il Torino e di conseguenza l’abbiamo preparata per poter fare il meglio e cercare di passare il turno, consapevoli di affrontare una compagine importante”, così Corini ha presentato oggi il prossimo impegno dei suoi ragazzi.

Nel gruppo c’è voglia di rifarsi perché il pareggio di domenica scorsa in casa del Cosenza non ha soddisfatto nessuno, e domani quindi chi scenderà in campo avrà tanta voglia di lottare per poter accedere poi al turno successivo di Coppa.

Di fronte i giallorossi si troveranno il Torino che è ancora alla ricerca della quadratura del cerchio e che con il pareggio di domenica scorsa ha dato i primi positivi segnali di assuefazione al nuovo gioco voluto dallallenatore.

“L’idea è quella di far scendere in campo la migliore formazione possibile, consapevoli del fatto che abbiamo giocato solo tre giorni fa, purtroppo a centrocampo abbiamo qualche defezione di troppo, ma cercherò di fare le cose nel modo che ritengo più corretto possibile.

Pippo è raffreddato e quel giorno ci siamo spaventati perché sapete bene il periodo nel quale ci troviamo. Avevamo deciso di farlo rimanere a Lecce e farlo aggregare alla squadra in caso di necessità, poi, conoscete quello che è successo ed è rimasto qui.

Penso che se la squadra pratica un calcio propositivo è normale subire qualche contrattacco, con il Cosenza in alcuni momento avremmo potuto patire qualcosa in meno, in alcuni momenti ci siamo complicati la vita da soli, ma il più grande rammarico è quello di non aver finalizzato tutte le azioni da gol o, per lo meno, non essere andati sul doppio vantaggio che, secondo me, avrebbe spento le velleità dei rossoblu.

Bisogna portare avanti un determinato lavoro e devo dare priorità a quelle che sono le caratteristiche. Penso che in questa categoria, per le qualità che ha, la nostra squadra deve avere la capacità di fare gol e su questo stiamo lavorando, consapevoli del fatto che in questo momento, nell’equilibrio generale, possiamo pagare, ma come ho detto prima, con la crescita di alcuni giocatori possiamo consolidare un percorso e trovare anche maggiore equilibrio. Ci sono passaggi fisiologici che bisogna fare.

Ho molta fiducia in Maselli, l’ho fatto esordire sia in Coppa Italia che in una gara di campionato, ha determinate attitudini, deve migliorare e già a Torino potrà avere la possibilità di dimostrare cosa è capace di fare perché è un ragazzo sul quale vogliamo lavorare”.

Notiziario:

Corini ha convocato 21 giocatori per la sfida col Torino:

1 Bleve 5 Lucioni 6 Meccariello 7 Paganini 8 Mancosu 9 Coda 11 Adjapong 13 Rossettini 14 Stepinski 20 Pettinari 21 Gabriel 22 Vigorito 23 Bjorkengren 24 Zuta 25 Gallo 26 Dubickas 27 Calderoni 29 Gianfreda 32 Lo Faso 34 Maselli 53 Henderson.

Test molecolari e infortunio Dermaku

Inoltre, i due tesserati del gruppo squadra (un calciatore e un componente dello staff) risultati positivi al tampone di venerdì e negativi a quello eseguito nel ritiro di Rende nella notte di domenica, nella mattinata di ieri sono stati sottoposti ad un ulteriore ciclo di test molecolari le cui risultanze hanno dato esito negativo

Infine, Kastriot Dermaku, costretto ad uscire dal campo domenica, si è sottoposto questa mattina a risonanza magnetica presso lo Studio Radiologico Quarta Colosso di Lecce, che ha evidenziato una lesione di primo grado al flessore della gamba destra.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment