Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportLECCE vs CATANIA – Le interviste del dopo partita

LECCE vs CATANIA – Le interviste del dopo partita

LECCE vs CATANIA – Le interviste del dopo partita

PASQUALE PADALINO

PADALINO: RISULTATO BELLO ED IMPORTANTE …“

È arrivata alla fine la vittoria e panacea migliore per eliminare i postumi dell’amara sconfitta di Francavilla non poteva esserci. Padalino, si è detto soddisfatto dall’andamento della gara ed invece noi, non siamo del tutto d’accordo col mister tenuto conto che salvo sprazzi interessanti per lunghi tratti abbiamo seguito una gara noiosa con un finale abbastanza incerto a dimostrazione che la squadra, almeno non del tutto, aveva ancora in mente il derby perduto.

Pasquale Padalino, nel dopogara ha analizzato così il match vinto di misura dai suoi: “Risultato bello ed importante, anche se l’entità del successo poteva essere ben altro visto che Pisseri ci ha negato molto. Abbiamo creato tantissimo, sprecato altrettanto, ma ciò che conta è la reazione della squadra che c’è stata appieno. Necessitavamo di una risposta per noi stessi come per i tifosi, e direi che c’è stata pienamente. Sono soddisfatto della nostra partita, perché abbiamo sempre condotto il gioco e sofferto nulla, forse solo in un paio di circostanze tra le linee. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Ci godiamo la vittoria, consapevoli di quello che abbiamo fatto, e siamo pronti a preparare la prossima partita, cosa che faremo da martedì alla ripresa degli allenamenti”.

Sulla gara disputata dall’avversario, ha aggiunto: “Mi aspettavo un Catania attendista e così è stato, anche se il suo tecnico ama fare tutt’altro rispetto a quello che ha fatto oggi. L’avevamo preparata così pur non avendo elementi certi, però è andata nel modo in cui avevamo previsto. I rossazzurri hanno, nonostante i problemi a cui sono andati incontro in questo periodo, le qualità per emergere e per fare bene in chiave playoff”.

Vinta una battaglia, ora il Lecce si appresta ad affrontarne

un’altra, più difficile e per di più in trasferta. Ora l’attenzione è tutta proiettata alla gara del Foggia contro il Monopoli di domani sera. Quindi ci sarà il match che potrebbe decidere il futuro del campionato o, come minimo, dare un grande segnale di come potrà andare a finire quello che ormai è una lotta a due tra Foggia e Lecce.

Mister Padalino ha cercato, giustamente, di smorzare i toni attorno al prossimo tet a tet: “Abbiamo fatto il nostro, che è la cosa più importante, e ripeto che noi pensiamo a casa nostra perché il cammino del Lecce deve prescindere dalla strada altrui. Se spero in un passo falso dei rossoneri a Monopoli? Quello che spero è relativo, poi certo i risultati del Foggia nella fattispecie condizionano la nostra posizione in classifica, ma il nostro obiettivo resta l’ambizione di fare un passo in avanti e migliorarsi”.

33399898215_826f314385

GIOVANNI PULVIRENTI: “SONO SODDISFATTO DELLA PARTITA CHE HANNO FATTO I RAGAZZI

“Dopo l’avvio di marca leccese, sotto il profilo psicologico, la gara si era messa bene per noi. Non abbiamo permesso situazioni di uno contro uno, concedendo il tiro soltanto dalla distanza. Ero consapevole che una gara come questa poteva sbloccarsi soltanto attraverso una situazione di calcio da fermo o con un tiro da fuori. Purtroppo questo è accaduto. Sapevo che i primi 15’ minuti del secondo tempo sarebbero stati determinanti, perché se non fosse cambiato il risultato il Lecce avrebbe dato più campo a noi. Nel corso della gara abbiamo cambiato più volte sistema di gioco, procurando anche qualche difficoltà agli avversari. Dopo la rete dello svantaggio, la squadra ha avuto una reazione e il Lecce ha serrato le fila. Mi aspettavo questo Lecce, con ottimi giocatori in grado di castigarti in qualsiasi momento. È una squadra che lavora da inizio anno con un sistema e con un’idea di gioco, faccio complimenti al mister per il lavoro svolto fino a questo momento. Non rimpiango nulla, accetto il tutto serenamente. Sono soddisfatto della partita che hanno fatto i ragazzi: hanno sofferto, non hanno lesinato alcuna energia fisica e mentale. All’interno della squadra ci sono dei giocatori che amano tantissimo maglia e città ed è chiaro che risentono molto di questa situazione”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment