Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportLECCE vs FOGGIA VISTA IL GIORNO DOPO

LECCE vs FOGGIA VISTA IL GIORNO DOPO

LECCE vs FOGGIA VISTA IL GIORNO DOPO

2CHE EMOZIONE QUELLA MAGLIA DEL 1975

Prima di parlare della partita di ieri, permettetemi di esprimere tutta la mia commozione quando a centro campo prima della gara sono state consegnate le maglie celebrative per la ricorrenza del centundicesimo anniversario della fondazione del Lecce calcio. Era l’anno 1975 ed io bambino con mio padre andavo allo stadio attratto da quello spettacolo di folla osannante perché quella era una stagione particolare di cui io, ovvio, non capivo nulla. Ora dopo aver vissuto per sei stagioni il purgatorio della serie C ho capito cosa provassero quei tifosi che da quasi un trentennio vivevano in quel limbo dei campionati minori. Spesso illusi quasi sino alla fine di poter essere promossi ma poi sempre in C restavano. Il calcio a Lecce, da allora, ha fatto passi da gigante ed ha conosciuto, onorandolo, il massimo campionato nel corso di tante stagioni agonistiche dandoci spesso soddisfazioni immense come le vittorie sulle grandi. Non accadeva spesso, è vero, ma proprio per questo erano più belle, più inebrianti.

Scusatemi,. Torno nell’alveo del commento alla partita.

È stato un classico derby con entrambe le squadre che hanno cercato prima di tutto di non perdere, in particolare il Foggia, forse penalizzato da troppe assenze, ma anche il Lecce non mi è sembrato nella migliore giornata e solo a tratti si accendeva ora questo ora quell’altro sei suoi numero uno; poche volte in sintonia tra loro e per questo poche volte la squadra è stata pericolosa.

Il lecce ha meritato di vincere? Si perché i meriti vanno sempre e comunque a chi trova l’acuto giusto ed è stato La Mantia su cross pennellato da Petriccione a trovarlo donando così la vittoria nel derby.

Ho avuto l’impressione che il Lecce di fronte al blocco a centrocampo dei foggiani abbia trovato qualche difficoltà di troppo; non ho vista troppa velocità nei movimenti come se per cercare il bandolo della matassa si facesse più sforzo di altre volte. Devo dire che di sicuro l’immissione (voluta o forzata che sia) a centrocampo di due elementi diversi rispetto alla prima fase di campionato ha creato qualche difficoltà ma si deve ammettere che tanto Tachtsidis quanto Majer stanno dimostrando con i fatti di avere i numeri per imporsi il primo più dotato tecnicamente, il secondo un vero jolly di centrocampo capace di interpretare le due fasi di gioco con la stessa intensità e capacità.

Con il succeso nel derby il Lecce torna alla vittoria dopo la battuta d’arresto di Palermo e, in attesa del recupero contro l’Ascoli, si fa avanti in classifica dove continua a comandare un Brescia forte di sicuro ma anche fortunato.

Eugenio Luciani

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment