Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaLEGGE XYLELLA, TRE MOTIVI PER DIRE NO

LEGGE XYLELLA, TRE MOTIVI PER DIRE NO

LEGGE XYLELLA, TRE MOTIVI PER DIRE NO

ulivo-Xylella-f

Direzione Italia ha votato contro, in una nota a nome del gruppo del presidente Ignazio Zullo

Tre ragioni  chiare e inderogabili perché Direzione Italia dice un No secco al Disegno di Legge sulla gestione della batteriosi da Xylella fastidiosa nel territorio della Regione Puglia: è una legge inutile, i primi 10 articoli sono degli articoli sono norme cogenti previsti in normative nazionali, per questo sarebbero bastati provvedimenti amministrativi per un’efficace e tempestivo contrasto al batterio; non viene previsto nessun impegno di spesa quindi altro non è che la solita  legge di buone intenzioni; ma soprattutto è apparso chiaro che il Ddl altro non è che un ‘Cavallo di Troia’ per istituire l’ennesima Agenzia per creare altre poltrone per fedelissimi, in un particolare momento di acquisizione del consenso per carrierismo personale, il tutto mentre esiste già un’altra agenzia, l’Arif, che si sta occupando già dell’argomento, per altro secondo l’assessore in maniera egregia. E allora che necessita c’è di crearne un’altra?

La tragedia della Xylella non può essere utilizzata da questa amministrazione più per incrementare l’odioso fenomeno del poltronificio che per risolvere i problemi degli agricoltori pugliesi.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment