Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaLISTE DI ATTESA: IL COLLEGA AMATI SCORRETTO, COSI’ DELEGITTIMA LAVORO COMMISSIONE SANITA’

LISTE DI ATTESA: IL COLLEGA AMATI SCORRETTO, COSI’ DELEGITTIMA LAVORO COMMISSIONE SANITA’

LISTE DI ATTESA: IL COLLEGA AMATI SCORRETTO, COSI’ DELEGITTIMA LAVORO COMMISSIONE SANITA’

2-manca

Il vice presidente della Commissione Sanità  e consigliere regionale di Direzione Italia-Noi con l’Italia, Luigi Manca, sorpreso per il comportamento del collega di maggioranza

Sulla proposta di legge “Liste di attesa” il comportamento del collega di maggioranza, Fabiano Amati, è scorretto sia sul piano istituzionale sia su quello dei rapporti. Forse, non si rende conto che così delegittima non solo il lavoro della  Commissione Sanità, ma la sua stessa autorevolezza, confermando il fatto che in questa legislatura i colleghi di maggioranza hanno poco rispetto per le Commissioni: quando capiscono che ci possono essere ostacoli chiedono che sia il Consiglio ad esprimersi facendo leva sulla forza dei numeri per far passare provvedimenti che la Commissione bloccherebbe.

Amati, e mi dispiace dirlo, oggi ha fatto il furbetto – magari per conquistare qualche titolo di giornale, adottando un comportamento che lui rimprovera spesso al Movimento 5 Stelle  -, per questo ha ragione il collega vicepresidente della Commissione, Paolo Pellegrino, quando sostiene nella sua nota che eravamo tutti d’accordo a rimandare le varie proposte alla sub-commissione per cercare una sintesi da discutere il 12 luglio. Amati era d’accordo! Poi il tempo di tornare nella sua stanza e ha cambiato idea, forse, perché sull’argomento è più in cerca di “consenso” facile che di soluzioni concrete.

Mettere alla gogna i medici, considerandoli i colpevoli delle lunghe liste d’attesa, è un espediente che può far presa sulla “pancia”, ma poi alla “mente” dei pugliesi bisognerebbe spiegare i numeri veri e quelli dicono che sono i problemi organizzativi interni alle strutture pubbliche, la mancanza del personale e il non rispetto delle regole a garanzia del paziente i veri bubboni.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment