Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàIL MERCATO DI PIAZZA LIBERTINI SEMPRE IN BILICO – DUE PROPOSTE DALL’ ASSOCIAZIONE CARPE DIEM

IL MERCATO DI PIAZZA LIBERTINI SEMPRE IN BILICO – DUE PROPOSTE DALL’ ASSOCIAZIONE CARPE DIEM

IL MERCATO DI PIAZZA LIBERTINI SEMPRE IN BILICO – DUE PROPOSTE DALL’ ASSOCIAZIONE CARPE DIEM

P.ZA LIBERTINI - PALAZZO DELLE POSTE

Negli ultimi giorni abbiamo letto una serie di notizie, spesso non del tutto fondate, sulla situazione del mercato di Piazza Libertini: ci teniamo dunque a fare chiarezza e a rilanciare la nostra proposta, da indirizzare a questa ma soprattutto alla prossima amministrazione comunale.

Lo spostamento degli ambulanti di Piazza Libertini nelle strutture di Settelacquare sarebbe suicida per la maggior parte di essi: un mercato degno di tale nome deve essere all’aria aperta e al centro della città, attirando flussi di clienti che difficilmente potrebbero essere della stessa entità nelle zone periferiche.

Il bando su cui tanto si discute è in realtà molto chiaro: le strutture di Settelacquare saranno destinate soltanto agli ambulanti che ne faranno richiesta, per poi cedere in seguito i rimanenti box ad altre attività commerciali.

Da qui prendiamo spunto per rilanciare le nostre due proposte, che si ripetono ormai ciclicamente da mesi.

Da un lato si dovrebbe riqualificare e rilanciare il mercato di Piazza Libertini, dotandolo di strutture moderne e stilisticamente più decorose, in grado di inserirsi in maniera armoniosa nella splendida cornice paesaggistica del Castello Carlo V che sorge alle spalle delle bancarelle: ogni città europea evoluta ha un mercato nel proprio centro, che va a qualificare ulteriormente la città e sicuramente non la degrada (come invece dice qualcuno…).

Dall’altro lato sarebbe opportuno sfruttare al meglio le strutture di Settelacquare, cioè i 48 box che andrebbero anzitutto aggiustati dopo essere stati vittima di recenti atti vandalici, per poi essere destinati con bando pubblico (così come si sta facendo) a tanti giovani imprenditori con la volontà di investire e di realizzare una decentralizzazione della movida leccese, troppo spesso appiattita sul centro storico e sicuramente sfavorita dalla carenza di parcheggi che rendono impossibile raggiungere facilmente tutti i locali.

Dunque: un mercato storico rinnovato in Piazza Libertini (senza cacciare nessuno…) e una nuova zona della movida leccese decentralizzata grazie ai 48 box disponibili a Settelacquare.

L’amministrazione raccoglierà questa sfida o si appiattirà sul muro contro muro con i commercianti di Piazza Libertini?

Giorgio Pala

Presidente associazione Carpe Diem

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment