Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeECONOMIA & LAVOROMERITORIA L’ATTIVITÀ DEL PARTENARIATO SULLA SS275

MERITORIA L’ATTIVITÀ DEL PARTENARIATO SULLA SS275

MERITORIA L’ATTIVITÀ DEL PARTENARIATO SULLA SS275

Confindustria Lecce plaude alla meritoria attività del Partenariato economico e sociale, che vede coinvolte Associazioni di categoria, Organizzazioni sindacali e Ordini professionali perché l’ammodernamento della SS 275 diventi finalmente realtà, e che si è fatto promotore dell’incontro con il vice ministro alle Infrastrutture Teresa Bellanova, ANAS e Regione Puglia, svoltosi ieri.

“Accolgo con assoluto favore – ha detto il vice presidente reggente Nicola Delle Donne – l’impegno assunto in prima persona dal vice ministro Bellanova di avviare tempestivamente la procedura che porterà alla realizzazione dei lavori di ammodernamento della SS275. In tale ottica, condivido in toto l’azione del Partenariato e, in particolare, la proposta di Ance Lecce che, per il tramite del presidente Giampiero Rizzo, ha chiesto durante l’incontro la cantierizzazione dell’opera in tre lotti funzionali per agevolare la partecipazione al bando e, quindi, il lavoro delle realtà del territorio, già particolarmente provate dalla pandemia”.

Sono anni ormai che ANCE Lecce, Confindustria Lecce, CLAAI Puglia, CNA Costruzioni Lecce, Confapi Lecce, Confartigianato Imprese Lecce, Confcommercio Lecce, Confesercenti Lecce, FAI, gli ordini professionali degli Architetti e degli Ingegneri di Lecce, dei Geologi di Puglia, il Collegio dei Geometri, l’Ordine dei Periti Industriali, le organizzazioni sindacali CGIL Lecce e Fillea-Cgil, CISL Lecce e Filca-Cisl, UIL Lecce e Feneal-Uil sono impegnate in prima linea per questa battaglia di civiltà: “il Salento, le sue imprese, i suoi cittadini, le bellezze naturali, artistiche ed architettoniche del territorio – conclude Delle Donne – hanno diritto ad avere una strada sicura, moderna e ben attrezzata. Ulteriori ritardi, dopo i quasi trent’anni di rimpalli amministrativo-istituzionali, sarebbero a dir poco aberranti, poiché inciderebbero negativamente su tutte le logiche di sviluppo economico e sociale. Non possiamo subire ancora ricatti pseudo ambientalistici ingiustificati, che pesano più di un macigno sulle opportunità di cui necessita il territorio. E’ ormai assodato, infatti, che la SS 275 è un’infrastruttura strategica non solo per la Regione Puglia ma anche per i collegamenti interregionali. E’ il territorio a chiedere l’accelerazione della cantierizzazione dell’opera e, soprattutto, tempi certi di realizzo: la sponda del vice ministro è la chiave di volta perché finalmente l’auspicio si trasformi in certezza”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment