Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaNARDÒ: AMBIENTE – PRONTA LA REVOCA DEL PROTOCOLLO SULLA CONDOTTA

NARDÒ: AMBIENTE – PRONTA LA REVOCA DEL PROTOCOLLO SULLA CONDOTTA

NARDÒ: AMBIENTE – PRONTA LA REVOCA DEL PROTOCOLLO SULLA CONDOTTA

PIPPI MELONE Nardò

“Contrari a questo scempio, puntiamo al riutilizzo integrale dei reflui in agricoltura”

Su proposta del sindaco Pippi Mellone e dell’assessore all’Ambiente Graziano De Tuglie approda in Consiglio comunale martedì prossimo la proposta di delibera di revoca del protocollo di intesa con Regione Puglia, Autorità Idrica e Acquedotto Pugliese, che tra le altre cose prevede la realizzazione della discussa condotta sottomarina di scaricoin località Torre Inserraglio.

“La gestione di questo tema da parte della precedente amministrazione – sottolinea con forza il primo cittadino – è una delle pagine più brutte che questa città abbia mai conosciuto. Non solo perché il protocollo è il sostanziale baratto politico tra la realizzazione delle reti fognarie sul litorale e lo scarico a mare dei reflui,ma anche per aver voluto ignorare la volontà di circa 3500 neretini che si sono detti chiaramente contrari al progetto. La nostra posizione non è cambiata. Quella condotta è uno scempio ambientale e non ci sarà mai nessuna contropartita in grado di convincerci del contrario. Siamo sicuri- e lavoreremo con determinazione in questa direzione – che l’unica soluzione possibile è l’utilizzo integrale delle acque reflue depurate in agricoltura e per altri usi civili e industriali compatibili. Peraltro, coerentemente con ovvie esigenze di tutela ambientale e con gli indirizzi della Commissione europea e del Ministero dell’Ambiente, che per la vicenda analoga del depuratore di Sava e Manduria ha segnalato espressamente qual è la strada da intraprendere, appunto il riutilizzo dei reflui depurati.

Chiederò al Consiglio comunale di esprimersi per la revoca di un protocollo già sconfessato dallo stesso ex sindaco Risi un mese e mezzo dopo l’approvazione in aula con una singolare comunicazione personale ad Aqp. Il 13 settembre andremo a Bari – conclude -per un incontro su questo argomento delicatissimo e vogliamo portare la volontà contraria del Consiglio e quindi della città al protocollo e alla condotta”.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment