Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaNEL SALENTO GLI ELETTRORI SONO PER LA CONTINUITÀ

NEL SALENTO GLI ELETTRORI SONO PER LA CONTINUITÀ

NEL SALENTO GLI ELETTRORI SONO PER LA CONTINUITÀ

Questo il dato che balza in evidenza dopo che, chiusi gli scrutini nel maggior numero dei centri interessati sono stati eletti quindici sindaci sui sedici chiamati a rinnovare le proprie amministrazioni.

La line della continuità amministrativa premia Giorgio Toma, che si riconferma a Matino, e Oronzo Lazzari, vicesindaco dell’uscente Gabriele Petracca, a San Cassiano (1186 voti): entrambi correvano in solitaria;

Anche Aradeo sceglie la continuità, perché il nuovo primo cittadino con un risultato quasi plebiscitario è Giovanni Mauro, già assessore con Luigi Arcuti, l’ex sindaco prematuramente scomparso.

A Castrignano dei Greci, si riconferma il sindaco uscente Roberto Casaluci (68%) che batte lo sfidante Vincenzo Casaluci, attestatosi attorno al 32%. A Castro altra riconferma: è quella del primo cittadino Luigi Fersini che ha la meglio sul capogruppo di opposizione Alfonso Capraro e sullo sfidante Angelo Valguarnera. A Leverano percentuali plebiscitarie anche per Marcello Rolli che resta sindaco e batte Giovanni Biasi.

Nel segno della stabilità pure Otranto, dove Pierpaolo Cariddi si riconferma sindaco, sconfiggendo Luca Bruni nel remake della sfida di cinque anni fa. A Ortelle prosegue il percorso dell’amministrazione uscente con l’affermazione del vicesindaco Edoardo De Luca (849 voti), che vince contro Alessandro Caputo (748). Conferma anche a Ruffano dove l’uscente Antonio Cavallo batte nettamente con l’84,94% di preferenze gli avversari Massimo Cantoro e Pasquale Gaetani. A Salice Salentino affermazione di Mimino Leuzzi, battendo Cosimo Gravili, Enzo Marenaci e Sonia Cuppone.

A Guagnano, il nuovo sindaco è François Imperiale, che batte Pino Marcucci, e Danilo Verdoscia. A Melendugno, la vera sorpresa è rappresentata dalla vittoria dello sfidante, Maurizio Cisternino, che batte Simone Dima, vicesindaco uscente e sostenuto dall’ex sindaco Marco Potì. A Scorrano, Mario Pendinelli batte Fernando Presicce ed Enzo Blandolino e torna sindaco a dieci anni dal suo ultimo mandato e soprattutto al termine del duro commissariamento subito dalla comunità per infiltrazioni mafiose. A San Cesario di Lecce, l’ex vicesindaco Giuseppe Distante batte al fotofinish l’ex sindaco Fernando Coppola con uno scarto di 13 voti; più staccata Fabiana Del Cuore.

A Galatone affermazione al primo turno per il sindaco uscente Flavio Filoni, che batte Annamaria Campa; Emanuela Settimo De Mitri e Sebastiano Zenobini.

Da definire il quadro di Galatina, dove Fabio Vergine e Marcello Amante andranno al ballottaggio dopo una dura battaglia anche contro Sandra Antonica e Antonio Antonaci.

Condividi con:

info@creativedesign79.it

No Comments

Leave A Comment