Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSport NEL SOLCO DELLA CONTINUITÀ CON LO SGUARDO AL FUTURO

 NEL SOLCO DELLA CONTINUITÀ CON LO SGUARDO AL FUTURO

 NEL SOLCO DELLA CONTINUITÀ CON LO SGUARDO AL FUTURO

La partita di Frosinone oltre al punto in più in classifica lascia in dotazione al Lecce due certezze su cui costruire il prossimo futuro della squadra.

Una certezza, matematica, è quella della continuità, con la trasferta in terra laziale, infatti, il Lecce ha conquistato il suo dodicesimo risultato utile consecutivo e ciò in una corsa a tappe come può essere considerato un campionato di calcio è una dote importante che di solito consente di ottenere risultati finali vincenti.

Baroni ha ereditato dalle precedenti gestioni una squadra che come prerogativa appariva squadra propensa ad attaccare ma molto meno ben disposta nella fase difensiva. Un modello di gioco che può piacere agli occhi degli esteti ma non certo a coloro che vogliono la conquista del risultato stagionale. Il Lecce dello scorso anno è stato un undici molto prolifico ma allo stesso tempo ha incassato tante di quelle reti che alla fine hanno comportato la predita di qualche punto determinante al momento del calcolo finale per cui è restato in serie B quando ormai la promozione sembrava a portata di mano.

Messo riparo ad un difetto ormai cronico, Baroni, ha dato alla sua squadra un assetto tattico molto equilibrato senza abbandonare la via dell’attacco solo che si va ad affrontare il discorso in maniera diversa.

Rende giustizia a Baroni e a quanto scrivo il fatto che la coppia principe del campionato in fatto di marcature, con il supporto fattivo di Di Mariano, è quella leccese costituita da Coda (8 reti) e Strefezza (5) che precedono (guarda un po’) quella ternana Donnarumma (6) Falletti (5) che venerdì sera saranno di scena al “Via del mare”.

La seconda certezza, stando anche alle dichiarazioni rese dal mister sull’argomento, è in proiezione futura.

Baroni, alla ricerca di un vice Coda all’altezza dell’originale, sta lavorando su due calciatori in particolare uno è Olivieri e l’altro e il giovane talento Rodriguez.

L’ex empolese, che nelle giovanili della Juventus con Baroni aveva giocato da prima punta, è arrivato a Lecce con l’etichetta di esterno d’attacco sinistro, il tecnico conoscendolo ha intravisto in lui il vice Coda ed in questa veste lo ha impiegato a Frosinone.

Per quanto riguarda il prodotto della cantera madrilista il discorso è esattamente l’opposto. In lui Baroni ha intravisto grandi possibilità se parte da più largo per poi entrare nella zona calda dell’area e colpire gli avversari. Per questo con Rodriguez il mister sta lavorando sia da un punto di vista mentale che tattico ed alla fine, vedrete, otterrà i risultati che vuole.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment