Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCUCINAOGGI IN CUCINA – LA RICETTA PROPOSTA DA LECCEOGGI

OGGI IN CUCINA – LA RICETTA PROPOSTA DA LECCEOGGI

OGGI IN CUCINA – LA RICETTA PROPOSTA DA LECCEOGGI

POLPO CON PEPERONI

Ingredienti per quattro persone:

Polpo 4 da 250 gr, alloro 2 foglie, peperoni gialli 2, peperone rosso 1, cipolla 1, pomidoro ramato 1,

spinaci 100 gr, olio evo e sale q.b.

Preparazione:

Iniziate cuocendo i polpi: scaldate dell’acqua non salata su fuoco vivace, aggiungendo anche uno spicchio di aglio e le due foglie di alloro, poi non appena l’acqua inizierà a bollire, aggiungete i polpi e fateli cuocere per circa 20 minuti, trascorsi i quali verificherete la cottura pungendoli alla base dei tentacoli con una forchetta: se i rebbi penetrano facilmente nella carne dei molluschi, allora significa che i polpi sono cotti, quindi si può spegnere il fuoco e lasciateli raffreddare nell’acqua.

Nel frattempo prepara la crema di peperoni: eliminate il torsolo, i semini e i filamenti bianchi interni, quindi riducete i peperoni a cubetti.

A parte tritate finemente la cipolla, poi fate scaldare un filo di olio di oliva in una padella capiente posta su fuoco vivace e non appena sarà ben caldo mettete a rosolare la cipolla per qualche minuto, fino a quando sarà ben appassita. Unite a questo punto i peperoni e lasciateli rosolare, sempre a fuoco vivace fino a quando saranno ben cotti e rosolati, a quel punto aggiustateli di sale e spegnete il fuoco, quindi trasferite il tutto nel bicchiere di un mixer ad immersione e frullate fino ad ottenere una crema uniforme. Assaggiate la crema, aggiustatela eventualmente di sale e tenetela in caldo.

Quando i polpi saranno tiepidi o freddi, toglieteli dall’acqua, tagliateli a pezzi e passateli velocemente su di una piastra rovente, giusto qualche minuto.

Servite i polpi su un letto di crema di peperoni, aggiungendo anche un po’ di spinaci freschi e qualche fetta di pomodoro.

Per rendere più bello il piatto si può aggiungere dei germogli a piacere (che siano di soia, alfa-alfa o porro, vanno benone tutti).

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment