Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCUCINAOGGI IN CUCINA – La ricetta proposta da lecceoggi

OGGI IN CUCINA – La ricetta proposta da lecceoggi

OGGI IN CUCINA – La ricetta proposta da lecceoggi

LINGUINE ALL’ASTICE

Ingredienti per quattro persone:

Linguine 320 gr, astice 2 (ca. 500 g), pomidorini 40, vino bianco 1 bicchiere, aglio 2 spicchi, prezzemolo 2 cucchiai, olio evo, sale e peperoncino q.b.

Preparazione:

Tagliate l’astice a metà, rimuovere il “tomalley” (vedi note) e lavarlo sotto l’acqua corrente. Spellate i pomodorini e tagliateli a quarti.

Portate a bollore e salate l’acqua della pasta, immergetevi le linguine. Bisognerà cuocerle per metà del tempo di cottura nell’acqua bollente, e per metà nel sugo.

Soffriggete uno spicchio d’aglio in una padella con un po’ di olio evo. Aggiungete i pomidorini precedentemente spellati e tagliati a quarti. Cuocete il tutto una decina di minuti per restringere il sugo. Aggiungete infine un pizzico di peperoncino.

Nel frattempo in un’altra padella (con un po’ d’olio) cuocere le metà dell’astice. Posatele inizialmente (2 minuti) con la polpa a contatto con la padella tenendo il fuoco medio alto. Dopo un paio di minuti deglassare il fondo di cottura con il vino, abbassate la fiamma al minimo e coprite con il coperchio. L’astice sarà cotto mediamente in circa 8-10 minuti. Rimuovete quindi il crostaceo dalla padella, spolparne la coda e tagliarla a pezzetti.

Trasferite il sugo di pomodoro nella padella con il fondo di cottura dell’astice e amalgamare bene il tutto.

Quando le linguine saranno cotte per metà del tempo di cottura, trasferitele nella padella con il sugo e continuare a cuocerle, come un risotto, per il resto del tempo riportato sulla confezione (aggiungendo al bisogno mestoli di acqua di cottura).

Una volta cotta la pasta, ed ottenuto il giusto livello di cremosità del sugo, aggiungete il prezzemolo e i pezzetti di polpa della coda. Spadellate un minuto per amalgamare il tutto.

Impiattate utilizzando le metà del carapace (rimaste integre) come guarnizione del piatto. Non dimenticate di dotare i commensali di pinze per mangiare le chele. Buon appetito!

Note

Il tomalley dell’astice è quell’organo che fa da fegato e pancreas nel crostaceo. Essendo un potenziale ricettacolo di inquinanti, sarebbe meglio non consumarlo. Evitate di acquistare astici morti in pescheria (o li comprate vivi, o li comprate surgelati. Niente vie di mezzo).

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment