Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàOPERATORI SANITARI Di TUTTE LE PROVINCE PER MANIFESTARE CONTRO LE MANOVRE DEL GOVERNO REGIONALE

OPERATORI SANITARI Di TUTTE LE PROVINCE PER MANIFESTARE CONTRO LE MANOVRE DEL GOVERNO REGIONALE

OPERATORI SANITARI Di TUTTE LE PROVINCE PER MANIFESTARE CONTRO LE MANOVRE DEL GOVERNO REGIONALE

Di seguito il comunicato:

Ottimo risultato raggiunto dalla Fials Regionale.

Tanti gli operatori sanitari presenti da tutte le province per manifestare contro le manovre del governo regionale.
Un obbiettivo è stato raggiunto: dopo l’incontro tenutosi con il capo del dipartimento della salute dott. Vito montanaro; l’ annuncio da parte del segretario regionale dott. Massimo MINCUZZI e dei dirigenti ha commosso i molti lavoratori precari autisti soccorritori, in servizio presso le organizzazioni di volontariato, che da oltre 10 anni aspettavano questa notizia. Fermo restando sul fatto che la fials puglia mantiene lo
stato di agitazione, per il 118 si va spediti nel procedere con le assunzioni del personale di tutte le province.
Ora attenderemo l’intervento dei Direttore Generale delle ASL per la pubblicazione delle delibere, come é già avvenuto per l’asl di Foggia. Come ribadito dalla regione, le attuali proroghe tecniche subiranno un’ulteriore deroga fino al 31 Ottobre 2020, data utile per ultimare il processo di internalizzazione.
Un ultimo grande ringraziamento è rivolto ai cittadini manifestanti, i quali posseggono il grande coraggio e la strabiliante forza di volontà di lottare per ottenere i propri diritti.

Neanche le condizioni climatiche sono riuscite ad arrestare la determinazione degli scioperanti, una partecipante a causa delle elevate temperature è stata vittima di uno spiacevole malore: un colpo di calore, susseguito da uno svenimento. Ma, senza alcuna esitazione, i lavoratori presso il 118 di Bari sono stati pronti ad intervenire e la donna ha potuto continuare a manifestare.

Dirigente FIALS

Francesco SARDELLA

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment