Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàOPERAZIONE “RIDE IN THE NIGHT” DEI CARABINIERI SU TUTTO IL TERRITORIO PROVINCIALE

OPERAZIONE “RIDE IN THE NIGHT” DEI CARABINIERI SU TUTTO IL TERRITORIO PROVINCIALE

OPERAZIONE “RIDE IN THE NIGHT” DEI CARABINIERI SU TUTTO IL TERRITORIO PROVINCIALE

Cinque arresti e 16 denunce. Numerosi mezzi e persone controllate.

Nottata odierna militari comando provinciale di lecce, corso predisposto servizio coordinato largo raggio (con l’ausilio anche di unità cinofile), disposto dal comandante provinciale dei carabinieri di Lecce, col. Paolo Dembech, finalizzato principalmente alla prevenzione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, contenimento della “malamovida” e assembramenti e rispetto della normativa per evitare contagi da covid-19, contrasto ai reati predatori in genere, conseguivano i seguenti risultati:

A GALLIPOLI,

Deferiti in stato libertà per detenzione illegale di sostanza stupefacente ai fini spaccio (art. 73 d.p.r.309/90):

  1. N., nato a Bari cl. 1961, incensurato e F. D., nato a Casarano cl. 1984, incensurato.

Militari operanti, seguito perquisizione personale e domiciliare trovavano i predetti in possesso di gr. 23, di marijuana e successivamente rinvenivano nel terreno di pertinenza della loro abitazione nr.10 piante in ottimo stato di vegetazione alte cm 110 circa. Il tutto sottoposto a sequestro.

 

Segnalati alla Prefettura per uso non terapeutico sostanze stupefacenti (art. 75 d.p.r. 309/90):

Persona, nato a Nardò (Le) cl. 1990, incensurato. Il predetto in Gallipoli, veniva trovato in possesso di gr. 13 di sostanza stupefacente tipo marijuana, sequestrata;

 

Persona, nato Costa d’Avorio, cl. 1988. Il predetto, in Gallipoli, veniva trovato in possesso di gr. 2 di sostanza stupefacente tipo marijuana, sequestrata;

 

Persona, cl. 1981. Il predetto, atto controllo circolazione stradale, mentre si trovava alla guida della propria autovettura, intento a fare uso di uno spinello, confezionato con sostanza stupefacente del tipo marijuana, si rifiutava di sottoporsi ad esame tossicologico e circostanza, interno abitacolo della citata autovettura, veniva rinvenuta una mazza in metallo della lunghezza di cm.63. Il predetto veniva pertanto deferito per rifiuto di sottoporsi ad accertamento tossicologico e possesso di armi bianche atte ad offendere. materiale rinvenuto sottoposto a sequestro;

 

Deferito stato libertà per guida stato di ebbrezza alcolica (art. 186 c.2 lett “b” c.d.s.)

  1. A., CL. 1998, Incensurato. il predetto percorrendo questo lungomare galileo galilei, alla guida della propria autovettura, sottoposto a controllo con etilometro da militari risultava positivo con tasso alcolemico di 1,18 g/l. patente di guida ritirata, autovettura affidata al trasgressore.

NOR – Aliquota Radiomobile, conclusione mirata attività investigativa scaturita dal furto in spiaggia avvenuto a Gallipoli (le) località pizzo, in danno di ragazzo di Lizzanello (Le), deferivano in stato libertà per ricettazione:

  1. K., nato in Tunisia cl. 1973, residente a Ispica (Rg).

Poichè predetto in Nardò (Le), località Sant’Isidoro, seguito perquisizione domiciliare da parte militari operanti, veniva trovato in possesso di n. 5 smartphone tra cui quello di proprietà del ragazzo. Refurtiva recuperata e restituita all’avente diritto, ulteriori apparecchi telefonici rinvenuti tutt’ora sotto sequestro nelle more di individuare i legittimi proprietari.

 

IN COPERTINO

Militari deferivano in stato di libertà: M. L. CL. 95. Operanti, esito perquisizione locale e personale presso la sua abitazione, rinvenivano:

  1. 4 piante di “marijuana” alte circa 30 cm ;
  2. 10 grammi sostanza stupefacente del tipo “marijuana”;
  3. 2 serre idonee alla coltivazione della stessa sostanza;

materiale per il confezionamento;

sostanza stupefacente e materiale rinvenuto sottoposto a sequestro.

 

A GALATINA

Militari deferivano in stato di libertà: S. A., nato a Catania cl. 1969. Operanti, esito attività investigativa, accertavano che denunciante aveva acquistato in data 13.06.2021 dei ricambi per autocarro per un importo pari ad euro 241,50 (duecentoquarantuno/50), mediante versamento su carta di credito prepagata risultata essere regolarmente intestata ed in uso al citato indagato, senza ricevere quanto acquistato ne ottenere il rimborso della somma corrisposta.

 

Nel corso del servizio, seguito mirati controlli effettuati località Rivabella e lido Conchiglie nelle aree prossime alle attività di camping venivano inoltre:

controllate 245 persone e 87 mezzi

elevate n.3 sanzioni amministrative per importo € 200,00 ciascuna per violazione art.4 comma 1 lett.a ordinanza balneazione regione puglia datata 06.05.2021 in quanto trovati stazionati n.3 camper  su area demaniale.

elevate n. 45 contravvenzioni per violazioni al c.d.s. inerenti la guida senza patente, il mancato uso delle cinture di sicurezza; l’utilizzo del cellulare durante la guida; le mancate coperture assicurative di veicoli;

sequestrate n.5 patenti e 2 autoveicoli.

A.G., Prefettura e Questura informate da reparti competenti per territorio che procedono.

A PORTO CESAREO

Militari deferivano in stato di libertà’ sottonotate persone:

  1. G. nato Nardò (Le) cl. 1982. Predetto, seguito controllo veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico di genere proibito (lama cm.6), sequestrato;
  2. M., nata in Senegal cl. 1992. predetta tentava di vendere n. 75 borse e borselli da donna con marchi contraffatti occupando area demaniale senza autorizzazione. merce sottoposta a sequestro;
  3. N., nato in Senegal CL. 1998. Medesimo tentava di vendere n. 72 paia di scarpe con marchi contraffatti, occupando area demaniale senza autorizzazione. inoltre a specifica richiesta dei militari non esibiva alcun permesso di soggiorno.

 

AMBITO MEDESIMO CONTROLLO SI PROCEDEVA AL SEQUESTRO AD OPERA DI IGNOTI DI N. 7 BANCARELLE MOBILI ALLESTITI PER LA VENDITA DI GONFIABILI E GIOCHI DA MARE E PER BAMBINI, PER UN TOTALE DI CIRCA DUEMILA OGGETTI OCCUPANTI AREA DEMANIALE SENZA AUTORIZZAZZIONE. MATERIALE SOTTOPOSTO A SEQUESTRO.

 

INOLTRE:

Violazione ai sensi art.187 co.1 c.d.s. (guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti:

  1. s. nato veglie (le) cl. 1978;
  2. M. M. nato Napoli cl. 1997, residente a San Giorgio del Sannio (Bn);

Predetti, seguito sinistri stradali, venivano trovati alla guida di veicoli in evidente stato alterazione psicofisica. sottoposti ad accertamenti sanitari risultavano positivi all’uso di sostanze stupefacenti. nr. 2 veicoli sottoposti a sequestro.

 

Violazione ai sensi art.186 co. 2 c.d.s. (guida di veicolo in stato di ebbrezza alcolica – violazioni penali

  1. S. nato Veglie (le) cl. 1978, ivi residente

 

Contesto medesimo servizio, sottonotata persona veniva segnalata per uso non terapeutico sostanze stupefacenti (art.75 dpr 309/90): Persona nato Paterno’ (Ct) cl. 1995;

 

NEL CORSO DEL SERVIZIO: 

CONTROLLATE 205 PERSONE E 82 MEZZI

ELEVATE N. 37 CONTRAVVENZIONI PER VIOLAZIONI AL C.D.S. INERENTI LA GUIDA SENZA PATENTE, IL MANCATO USO DELLE CINTURE DI SICUREZZA; L’UTILIZZO DEL CELLULARE DURANTE LA GUIDA; LE MANCATE COPERTURE ASSICURATIVE DI VEICOLI;

SEQUESTRATE N.5 PATENTI E 2 AUTOVEICOLI.

PUNTI SOTTRATTI 75

UN MOTOCICLO SEQUESTRATO PERCHE’ SENZA ASSICURTAZIONE.

A.G., Prefettura e Questura informate da reparti competenti per territorio che procedono.

 

PRESICCE-ACQUARICA

Militari, in esecuzione ordinanza emessa da procura repubblica di Lecce – ufficio esecuzione penale e ordinanza dell’ufficio di sorveglianza di lecce, traevano in arresto Luna Nicola, cl. 1980.

Citato ufficio di sorveglianza di lecce accoglieva richiesta formulata dalla dipendente stazione cc di presicce-acquarica di sospensione della precedente misura di detenzione domiciliare concessa al predetto poiche’, a seguito di pregresso controllo, luna nicola era stato trovato all’esterno della propria abitazione violando le prescrizioni imposte. arrestato dovrà espiare in carcere residuo pena di anni 2 e mesi 11 di reclusione. luna, dopo formalità di rito, veniva associato presso casa circondariale di lecce.

 

ALESSANO

Militari traevano in arresto nella flagranza dei reati di maltrattamenti in famiglia, (art. 572 c.p.) violenza e minaccia a pubblico ufficiale (art. 336 c.p.) resistenza a pubblico ufficiale (art. 337 c.p.) uomo cl. 1975 a seguito di richiesta di intervento per lite in famiglia in atto, militari operanti, intervenivano l’uomo armato di un coltello da cucina, assumeva atteggiamento minaccioso confronti della madre pensionata, e del fratello. Nel corso di tale azione, intervenivano militari venendo a loro volta minacciati, i quali riuscivano a bloccarlo e disarmarlo. esperite formalità di rito, arrestato veniva associato presso casa circondariale di Lecce.

 

LECCE,

Militari Nor – sezione radiomobile arrestavano in flagranza di reato Russo Antonio, cl. 82, ritenuto responsabile del reato di detenzione illegale di materiale esplodente. Predetto, seguito perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di due petardi da gr. 50 (cinquanta) appartenenti alla iv^ categoria nonche’ di gr. 2,5 (due/5) di sostanza stupefacente del tipo hashish.

Sostanza stupefacente avviata ad analisi di laboratorio. reperti assunti in carico e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso competente ufficio corpi di reato. arrestato, espletate formalità di rito, tradotto presso propria abitazione in regime di arresti domiciliari e segnalato amministrativamente all’u.t.g. competente.

 

Militari denunciavano in stato di libertà a. d., ritenuto responsabile del reato di evasione. Predetto, sottoposto agli arresti domiciliari presso la comunità…………………………………., si allontanava arbitrariamente dalla stessa.

 

Militari sezione radiomobile arrestavano in flagranza di reato Ciccardi Marco, cl. 76, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Operanti a seguito perquisizione personale e domiciliare, rinvenivano

gr 13,60 (tredici/60) di hashish suddivisa in varie dosi,

somma contante per € 30,00 (trenta/00),

un bilancino di precisione,

vario materiale per il confezionamento dello stupefacente e

un telefono cellulare.

Sostanza stupefacente avviata ad analisi di laboratorio. reperti assunti in carico e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso competente ufficio corpi di reato e libretto di deposito giudiziario. arrestato,

espletate formalità di rito, veniva posto presso propria abitazione a regime degli arresti domiciliari.

 

GIORGILORIO FRAZIONE DI SURBO

militari deferivano in stato di libertà

  1. v. nata Cerignola (Fg) cl. 89,

ritenuta responsabile del reato “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente” e “furto aggravato di energia elettrica”.

predetta, seguito perquisizione personale e domiciliare, veniva trovata in possesso di

un involucro contenente sostanza stupefacente verosimilmente del tipo “cocaina” per un peso complessivo di gr. 0,58 (zero/58),

materiale per il confezionamento e

somma contante di € 570,00 (cinquecentosettanta/00).

medesimo contesto, operanti notavano che l’abitazione della donna era alimentata tramite un cavo elettrico allacciato abusivamente al contatore del vano scala del palazzo. sostanza stupefacente avviata ad analisi di laboratorio. reperti assunti in carico e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso competente ufficio corpi di reato e libretto di deposito giudiziario.

 

OTRANTO

Militari deferivano in stato libero la sottonotata persona poiché ritenuta responsabile del reato di lesioni personali aggravate (artt.582 e 583 cp): uomo cl. 1987.

Operanti, ore 03:00 intervenivano presso il villaggio turistico denominato “……………………….”, agro quel comune, in quanto predetto, per futili motivi, durante una lite, aveva aggredito la propria compagna, colpendola violentemente al volto, causandole varie ecchimosi ed il distacco di un dente. Malcapitata a seguito gravi lesioni patite, veniva trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Scorrano (le) ove, dopo le cure del caso, veniva dimessa con gg.40 di prognosi.

 

IN SUPERSANO,

Carabinieri hanno arrestato su provvedimento emesso in data odierna dalla procura della repubblica di Lecce – ufficio esecuzione penale, Marra Aldo, cl. 1958, provvedimento scaturito a seguito della sospensione della misura della detenzione domiciliare cui era stato sottoposto, avendo violato più volte le prescrizioni imposte dalla stessa, così come accertato da carabinieri stazione di Ruffano. Arrestato, espletate le formalità di rito, tradotto presso la casa circondariale “borgo san Nicola” di Lecce.

 

SPONGANO (LE),

ore 01:00 circa, militari stazione carabinieri intervenivano in Castiglione d’Otranto fraz. di Andrano (Le) p.zza della Libertà, presso una pizzeria dove il proprietario riferiva che ignoti poco prima, avevano gettato un grosso petardo tra gli avventori del locale, provocando del panico agli stessi e il danneggiamento di un tavolo in plastica. Danno non coperto di assicurazione, in corso di quantificazione. Nessun danno a persone. A.G. informata da stazione Spongano che procede.

 

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment