Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaMAURO GILIBERTI: I PARCHEGGI: UNA RIVOLUZIONE PER LA MOBILITÀ DI LECCE

MAURO GILIBERTI: I PARCHEGGI: UNA RIVOLUZIONE PER LA MOBILITÀ DI LECCE

MAURO GILIBERTI: I PARCHEGGI: UNA RIVOLUZIONE PER LA MOBILITÀ DI LECCE

Foto Mauro Giliberti, proposta parcheggi

1594 nuovi stalli auto a ridosso del centro, con un nuovo grande parcheggio a pochi metri da Piazza Mazzini e dalla Villa Comunale.

250 nuovi posti auto tra via Duca d’Aosta e via 4 novembre, a pochi passi da piazza Mazzini e dalla Villa Comunale: è questa una delle novità nel programma del candidato Sindaco del centrodestra a Lecce, Mauro Giliberti.

Nuovi parcheggi producono la riduzione del traffico – e quindi dello smog – ed il miglioramento della viabilità. I nuovi posti auto, collocati in un’area di oltre cinquemila metri quadrati, attualmente occupati da una porzione in disuso della Caserma Pico, saranno parte integrante di un sistema di parcheggi a servizio del centro.

Si tratta di un parcheggio a raso con tre ingressi, con opere civili semplici (l’abbattimento di un capannone inutilizzato da anni) e tempi di realizzazione brevi.

Avranno importanza strategica i cosiddetti parcheggi di interscambio (2730 nuovi posti auto), a partire dal Foro Boario, ormai adiacente al centro storico grazie alla prossima fruizione delle Mura Urbiche, prevista per il 25 maggio. Il parcheggio tanto frequentato per via della vicinanza con i Tribunali ed altri uffici, raddoppierà la capienza con un multipiano, arrivando dagli attuali 320 a 650 stalli auto; Torre di Belloluogo, con 400 nuovi stalli auto e 32 stalli bus per gite turistiche, rappresenterà l’ingresso pedonale e ciclabile di Lecce, grazie al bike sharing; Settelacquare con 350 posti auto, Torre del Parco con 280, via Bernardino Realino con 150, le cave di Marco Vito con 450 e 700 posti sulla via di Monteroni, tutti collegati con il centro. In centro avremo i 60 posti nei pressi di palazzo Parlangeli, 75 ulteriori all’attuale parcheggio ex Gil dell’Università, cui proporremo una convenzione, i 240 stalli previsti dal progetto di ribaltamento della stazione ferroviaria, che attraverso un sottopasso condurrà direttamente in via Oronzo Quarta, e quelli che si andranno a realizzare nell’area dell’ex caserma Massa dove il cantiere, come tutti sanno dalle cronache recenti, sta per vedere la luce dopo tanti, troppi anni.

Sul parcheggio ex Enel, da 700 posti, il costruttore ha reso noto il fatto che è in dirittura d’arrivo una trattativa fra la proprietà e una S.p.A. specializzata nella gestione dei parcheggi automatizzati. Qualora la trattativa non andasse a buon fine la proprietà è disposta a vendere a privati i singoli stalli del terzo interrato. Il Comune, se sarò eletto sindaco, proporrà al privato una cogestione o in alternativa farà redigere da un ente certificato un business plan per proporre un canone di locazione dei primi due interrati per un totale di 500 posti, senza che il canone stesso rappresenti un costo per la collettività, semmai un utile da reinvestire nei trasporti, nell’interesse pubblico.

Il centro della città, con le due piazze principali (piazza Sant’Oronzo e Mazzini) sarà servito da un sistema di parcheggi di 1594 stalli auto.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment