Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportPAREGGIO AGRODOLCE PER IL LECCE CHE INTERROMPE UNA TRADIZIONE SFAVOREVOLE

PAREGGIO AGRODOLCE PER IL LECCE CHE INTERROMPE UNA TRADIZIONE SFAVOREVOLE

PAREGGIO AGRODOLCE PER IL LECCE CHE INTERROMPE UNA TRADIZIONE SFAVOREVOLE

La partita di ieri ha mantenuto le promesse della vigilia ed è risultata interessante e piacevole da seguire con entrambe le formazioni che hanno fatto di tutto per conquistare la palma della vittoria. Questa non è stata assegnata determinando un salomonico pareggio che mette in risalto i meriti ed i demeriti di entrambe le concorrenti. Cittadella e Lecce hanno dimostrato con quanto fatto ieri pomeriggio di essere giustamente considerate candidate alla vittoria finale e che se ciò non dovesse accadere, questa stagione lascerà in eredità alla successiva le basi per fare ancora meglio.

Alla fine il risultato, come accade spesso quando è altalenante come quello di ieri, ha il sapore dolce amaro tanto per i adroni di casa quanto per il nostro Lecce.

I primi sono andati in vantaggio alla prima vera occasione ed hanno avuto subito dopo la palla giusta per il raddoppio per poi essere raggiunti e superati dal ritorno al gol  del goleador Coda che si è ripresa la testa della classifica cannonieri del campionato andando già in doppia cifra dopo sedici partite. Infine ha ottenuto il gol del pareggio senza smettere di cercare quello della vittoria.

Il Lecce, per contro, ha subito il primo gol dopo otto minuti di gioco, passare in svantaggio sta diventando una pessima abitudine, ha rischiato, solo un grande portiere come sta dimostrando di essere Gabriel lo ha salvato dal tracollo, ma poi ha trovato la forza per recuperare e addirittura passare in vantaggio con una nuova doppietta di Massimo Coda sempre di più leader dell’attacco giallorosso. Nella ripresa, però, ancora una volta  la difesa (Lucioni e Meccariello) si è lasciata superare da un giocatore avversario che in colpevole isolamento tra i due centrali leccesi ha colpito di testa sull’ennesimo cross spiovuto in area per battere il nostro numero uno, ancora una volta incolpevole sulla rete subita.

Il calendario non concede però soste e dopo la scorpacciata di partite dicembrine il Lecce all’alba del nuovo anno (lunedì 4 gennaio ore 18) se la dovrà vedere con la pronosticata vincente del campionato, Monza, in una sfida   he varrà anche più dei tre punti in palio.

Corini (benchè ancora assente) e Lanna hanno già dato ordine di riprendere gli allenamenti proprio perché consci dell’importanza che la prossima gara riveste vogliono arrivarci nel migliore della forma psico-fisica sapendo peraltro di dover rinunciare ad un pilastro della squadra come Lucioni.

Da domani è gennaio e tra qualche giorno si riapre il calcio mercato. Per il Lecce si prevedono, stando alle voci ricorrenti, alcune mosse in uscite e forse qualcosa in entrata. Le prime riguardano Falco e Pettinari. Il fantasista è richiesto, pare, da Benevento e Parma; l’attaccante invece lo vorrebbe la Cremonese. Sarà così, vedremo ma speriamo che arrivi qualche elemento che dia maggiore compattezza al reparto difensivo.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment