Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliPERCORSI GUIDATI ALLA SCOPERTA DEL MUSEO CASTROMEDIANO E DELLA FABBRICA DELLE PAROLE DI LECCE

PERCORSI GUIDATI ALLA SCOPERTA DEL MUSEO CASTROMEDIANO E DELLA FABBRICA DELLE PAROLE DI LECCE

PERCORSI GUIDATI ALLA SCOPERTA DEL MUSEO CASTROMEDIANO E DELLA FABBRICA DELLE PAROLE DI LECCE

Da martedì 22 giugno e per tutte l’estate ogni giorno con Archeologi e Storici dell’arte

E grazie a una nuova app, una guida d’eccezione, Sigismondo Castromediano, accompagnerà i visitatori nel museo pubblico più antico di Puglia

Il Museo Castromediano non ha mai chiuso i battenti durante l’ultimo lockdown, anzi ha intensificato il proprio impegno ospitando al proprio interno uno degli hub vaccinali di Puglia per diventare luogo di cura, spazio di accoglienza per far fronte all’emergenza sanitaria del Covid-19. Ogni giorno centinaia di cittadini hanno potuto così immergersi nella bellezza, intesa come forma di cura dell’anima e dello sguardo, dei polittici veneti e del percorso archeologico. Con il passaggio della Puglia nella Zona bianca, abbiamo deciso di offrire percorsi guidati gratuiti con archeologici e storici dell’arte che accompagneranno i visitatori tutti i giorni eccetto il lunedì, alla scoperta delle opere e dei reperti che costituiscono la collezione permanente del Museo Castromediano, in un lungo viaggio che dalla preistoria arriva all’Età Moderna. Così il museo proseguirà la propria missione di hub culturale, punto di riferimento per la comunità, insieme ai progetti espositivi in corso, la video-installazione La carta ricorda di Valentina Vetturi nell’ambito del progetto Sparc e la mostra A occhi aperti sul perimetro esterno del museo: 12 scatti dei fotografi Flavio & Frank, con le immagini in movimento di Gabriele Surdo, riescono a rievocare storie e culture eterogenee attraverso 12 sguardi di giovani provenienti da differenti geografie accompagnate da altrettante frasi sul potere evocativo degli occhi scelte dagli studenti del Liceo Colonna di Galatina.

La Fabbrica delle parole al Convitto Palmieri è l’altra tappa che proponiamo: dall’esposizione di un’epigrafe messapica a un computer Mac degli albori, questo progetto permanente e in progress esplora invece ciò che si intende per comunicazione, nelle sue accezioni più aperte, in un itinerario che fa i conti con oltre cento anni di storia grazie a una donazione importante, quella della famiglia Martano alla Provincia di Lecce e al Polo biblio-museale.

L’App “IO PRENOTO” consentirà a chi ci verrà a trovare di prenotare e accedere nei due musei in assoluta sicurezza. Ad oggi sono oltre 6.000 le prenotazioni di visitatori italiani e stranieri che hanno già prenotato una visita nella rete museale della Puglia che utilizza questa app.

Il Museo Castromediano sarà aperto al pubblico dal martedì alla domenica dalle ore 20.00 alle ore 24.00 (chiuso il lunedì) con ingresso su prenotazione (app “IO PRENOTO” o telefonando al numero 0832.37.35.72). Le visite saranno suddivise in 4 turni (1° alle ore 20, 2° alle ore 21 3° alle 22 e 4° alle 23).

Numero massimo di partecipanti per visita guidata: 10 persone.

La Fabbrica delle parole al Convitto Palmieri sarà aperta al pubblico dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 24.00 (chiuso la domenica). È previsto l’obbligo della prenotazione (app “IO PRENOTO” o telefonando al numero 0832.37.35.76) soltanto se viene richiesta la visita guidata.

Contestualmente in Biblioteca Bernardini sarà possibile visitare la mostra omaggio a Patrick Zaki promossa da Amnesty International Italia, dall’associazione leccese Diffondiamo idee di valore e dal festival Conversazioni sul futuro in collaborazione con il Festival dei Diritti Umani di Milano, l’Associazione Articolo 21 e numerosi partner, con il patrocinio dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

Ogni giorno la Bernardini accoglie presentazioni di libri, concerti e altre iniziative nell’ambito di ExtraConvitto, e una emeroteca con quotidiani e riviste a disposizione di tutti, che prosegue idealmente l’impegno dell’Emeroteca storica salentina, uno dei fondi più significativi del nucleo bibliotecario.

L’app progettata da Noovle per il Museo Castromediano, scaricabile gratuitamente.

Non soltanto audioguida tradizionale. La App scoprirà gli interessi dell’utente, imparerà a conoscerlo facendogli domande e lo condurrà attraverso percorsi inediti pensati per lui. L’interazione con i reperti incontrati lungo i paesaggi permetterà
di costruire una visita che risponderà agli interessi specifici
di ciascun visitatore, tenendo conto anche della sua età.
Tra le sale del Museo, una guida d’eccezione: Sigismondo Castromediano in persona, accompagnerà ogni visitatore tra le teche e gli allestimenti pensati per donare al turista un’atmosfera inclusiva e accattivante

Le caratteristiche del personaggio, la sua immediata riconoscibilità e la sua semplicità lo rendono adatto sia a utenti adulti che a utenti teenager e bambini.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment