Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàPHOTORED DI SAN CESAREO: ILLEGGITTIMO L’OPERATO DEL COMUNE

PHOTORED DI SAN CESAREO: ILLEGGITTIMO L’OPERATO DEL COMUNE

PHOTORED DI SAN CESAREO: ILLEGGITTIMO L’OPERATO DEL COMUNE

5-avv-cristian-sturda

Una sentenza destinata a fare scuola quella emessa dal Giudice di Pace di Lecce avv. Raffaele Carluccio.

In essa, infatti, è stato dichiarato illegittimo l’operato del Comune di San Cesario nella gestione del photored installato all’ingresso del paese. Il Giudice di Pace, ha censurato l’operato dell’Amministrazione Comunale, accogliendo le tesi difensive di un automobilista difeso dall’avvocato Cristian Sturdà e dal Dott. Giulio Serafino. In particolare, l’automobilista aveva ricevuto tre contravvenzioni, tutte ritenute illegittime, per essere transitato in Via Lecce, intersezione con Via Tondo, con luce semaforica verde per proseguire in direzione dritta, quando solo la manovra di svolta a sinistra era proibita dal semaforo rosso. I difensori dell’automobilista multato hanno contestato non solo i verbali ma anche e soprattutto l’illegittimo operato da parte del Comune di San Cesario in merito all’omologazione e revisione delle apparecchiature utilizzate per elevare le contravvenzioni poiché tali strumenti (nel caso di specie PARVC), non devono solo essere omologati e sottoposti a verifiche iniziali, ma anche a successivi controlli periodici allo scopo di verificare che le caratteristiche degli strumenti si mantengano nel tempo. Tali verifiche devono essere effettuate da istituti di taratura e metrologici nazionali riconosciuti, quali Centro SIT o equivalenti in ambito europeo. Nel caso del photored di San Cesario di Lecce, invece, dai verbali elevati risulta che ad eseguire la rettifica o taratura dell’apparecchiatura è stata la stessa ditta produttrice, la quale nessuna garanzia di terzietà e imparzialità può avere nel controllo. Aderendo a tale tesi, il Giudice di Pace di Lecce ha affermato che: “Alcuna attendibilità può riconoscersi all’accertamento effettuato, non essendo stata stata l’apparecchiatura utilizzata in maniera conforme ai precetti ex lege indicati e non essendo quindi possibile accertare in modo preciso e rigoroso l’infrazione oggetti di contestazione”

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment