Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportDOPO IL PRMO PUNTO GUADAGNATO IN TRASFERTA IL LECCE VUOLE LA PRIMA VITTORIA INTERNA

DOPO IL PRMO PUNTO GUADAGNATO IN TRASFERTA IL LECCE VUOLE LA PRIMA VITTORIA INTERNA

DOPO IL PRMO PUNTO GUADAGNATO IN TRASFERTA IL LECCE VUOLE LA PRIMA VITTORIA INTERNA

Il risultato di parità a reti inviolate di solito lo si ottiene al termine di una partita noiosa, priva di bel gioco, e soprattutto scarna di possibili occasioni da gol, non è stato così per il super match di venerdì che ha aperto la terza giornata di questo torneo di serie B che sta confermando le sue solite difficoltà con alcune soprese ed altre conferme. Quello di Benevento è stato uno 0-0 con tantissime emozioni fra i padroni di casa e il Lecce. Entrambe le squadre volevano far dimenticare ai propri tifosi, quanto prima possibile, una partenza da definire ad handicap. I giallorossi salentini sono partiti meglio e nei primi minuti hanno sfiorato a più riprese il vantaggio con Palerari subito alla ribalta con qualche intervento salva porta. Poi c’è stata la reazione dei padroni di casa che hanno sfiorato il gol su un cross deviato, in maniera involontaria, da Lucioni verso la propria porta con Gabriel che con una grande parata ha però evitato la beffa.

Beffa che stava per concretizzarsi proprio nei secondi finali del match allorchè Improta, a porta vuota, manda a lato un assist di Foulon, anche per un leggero tocco di Gabriel in uscita.

Benevento e Lecce per storia e valore dei calciatori che comprendono sono designate dagli addetti ai lavori come facenti parti del gruppo di squadre che puntano alla promozione, nel match che le ha viste di fronte hanno dimostrato che sono sulla buona strada ma che c’è ancora da lavorare molto.

Il Lecce che si è dato un equilibrio migliore in fase di copertura deve pensare, senza ancora preoccuparsi, della asfitticità del gioco d’attacco. In una formazione tanto rinnovata in ogni reparto e nell’assetto base di gioco è evidente che bisogna dare tempo al tempo ma è importante che, per ora soprattutto, Baroni abbia ormai le idee chiare. Cosa che sinceramente mi pare sia stando almeno ad una sua dichiarazione su Hjulmand: “Il ragazzo è evidente si trova meglio nella zona centrale ma dovevo fare le prove fatte per studiare a fondo ogni singolo giocatore, del resto anche dove ha provato ha reso bene”.

Eliminati alcuni errori e alcuni dubbi ora la squadra sembra pronta a lanciarsi nella rincorsa di quelle posizioni che le competono. Lo farà sin dal prossimo impegno contro la neo promossa Alessandria, sabato alle 14 sul terreno del “Via del mare”; per affrontare i “grigi” piemontesi Baroni ha già indetto per oggi una seduta di lavoro.  Da controllare le condizioni fisiche di Gendrey, uscito alla fine del primo tempo per infortunio; in attesa di poter disporre anche di Dermaku che come comunicato dalla società a fine della prossima settimana si riaggregherà per un lavoro graduale al gruppo squadra.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment