Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàPROGRAMMA INTERREG V-A ITALIA-CROAZIA 2014-2020

PROGRAMMA INTERREG V-A ITALIA-CROAZIA 2014-2020

PROGRAMMA INTERREG V-A ITALIA-CROAZIA 2014-2020

Progetto UnderwaterMuse – “Immersive Underwater Museum Experience for a wider inclusion”

“Il patrimonio sommerso alla sfida della valorizzazione: il progetto UnderwaterMuse in Puglia”

È in programma il 24 e 25 settembre 2021, tra Brindisi e Torre Santa Sabina (Carovigno), l’evento “Il patrimonio sommerso alla sfida della valorizzazione: il progetto UnderwaterMuse in Puglia”, organizzato dalla Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio nell’ambito del progetto UnderwaterMuse “Immersive Underwater Museum Experience for a wider inclusion”, finanziato dal programma Interreg V-A Italia-Croazia 2014/2020.

Venerdì 24 settembre è previsto, dalle ore 16:00 alle ore 19:00 presso l’Auditorium Museo F. Ribezzo (Brindisi), un incontro partecipato con gli esperti, gli operatori e i cittadini pugliesi finalizzato ad un confronto sulle azioni e buone pratiche per la valorizzazione del nostro patrimonio culturale sommerso, nonché ad un approfondimento dei risultati raggiunti dal progetto UnderwaterMuse. Interverranno, tra gli altri, Massimo Bray (Assessore alla Cultura, Tutela e sviluppo delle imprese culturali, Turismo, Sviluppo e Impresa turistica della Regione Puglia), Aldo Patruno (Direttore Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia), Emilia Mannozzi (Direttrice Museo F. Ribezzo) e Riccardo Rossi (Sindaco di Brindisi). L’incontro sarà seguito da un rinfresco e dallo spettacolo “Mediterraneo” (Teatro le Forche) organizzato nell’ambito di ArcheoLive. La Storia tra due mari. Festival Strade di sabbia, presso lo stesso Museo. Per partecipare all’evento, gratuito e aperto a tutta la comunità, registrazione e Green Pass sono obbligatori: https://forms.gle/97GdsGHS7YHhhBrV6.

Sabato 25 settembre a partire dalle ore 09:00 presso la Baia dei Camerini Torre S. Sabina (Carovigno), seguirà l’Open day cantiere di scavo – relitto Santa Sabina 1 che prevede attività di snorkeling con archeologi e tecnici alla scoperta di uno dei relitti di età romana tardoimperiale tra i più interessanti del Mediterraneo. L’evento è gratuito e anche in questo caso la registrazione è obbligatoria:

https://forms.gle/vxUW7uKB61iyyvBv6

L’iniziativa si colloca all’interno della seconda campagna di scavo nell’insenatura della Baia dei Camerini, quale intervento pilota del progetto UnderwaterMuse. Sono infatti in corso, dalla fine di agosto, ricerche subacquee in collaborazione con i Dipartimenti di Studi Umanistici di Foggia e di Bari, e il Dipartimento di Beni Culturali UniSalento, grazie alla concessione di scavo del Ministero della Cultura all’Università del Salento, per il tramite della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi e Lecce. Le indagini si sono focalizzate sull’importante relitto tardoimperiale di Torre S. Sabina 1 (fine III – inizi IV sec. d.C.), che sta rivelando, grazie a uno scavo accurato e paziente, elementi di eccezionale interesse. Obiettivo dell’intervento-pilota è documentare integralmente il relitto per studiarlo in dettaglio e realizzare un modello tridimensionale della nave originaria che, grazie alla realtà virtuale, potrà essere protagonista di animazioni e racconti in grado di permettere la più ampia fruizione di questo prezioso bene comune. L’intervento, che si avvale della presenza di un restauratore dell’Istituto Centrale per il Restauro, consente inoltre di sperimentare soluzioni di conservazione e trattamento dei resti lignei in situ, che potranno essere modello di buone pratiche da replicare, come previsto nel progetto UnderwaterMuse.

Le attività del progetto UnderwaterMuse mirano a valorizzare e rendere accessibile l’ingente patrimonio sommerso dell’area coinvolta attraverso l’uso narrativo e comunicativo della realtà virtuale ed un coinvolgimento diretto degli attori territoriali. Negli stessi giorni, tra l’altro, in occasione di un meeting tecnico, il Dipartimento Turismo della Regione Puglia ospiterà proprio a Santa Sabina gli altri partner di progetto italiani e croati: ERPAC – Ente Regionale per il Patrimonio Culturale della Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia (partner capofila), Università Ca’ Foscari di Venezia, Public Institution for Coordination and Development of Split – Dalmatia County RERA S.D. e Comune di Kastela.

Per maggiori informazioni: assistenza.interreg-turismocultura@regione.puglia.it

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment