Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàPROSEGUE LA CACCIA AL KILLER DI VIA MONTELLO

PROSEGUE LA CACCIA AL KILLER DI VIA MONTELLO

PROSEGUE LA CACCIA AL KILLER DI VIA MONTELLO

La caccia al killer di Eleonora e Daniele che sarebbe stato visto allontanarsi dall’edificio, con uno zainetto sulle spalle, i guanti, una felpa con cappuccio, ed un coltello in mano, in base ad alcune testimonianze con grande impegno da parte degli investigatori . Ed emerso, intanto, un filmato, seppur dall’immagine poco nitida ed estrapolato dalle telecamere di videosorveglianza di una via attigua. La foto riportata è stata estrapolata e pubblicata in esclusiva sull’edizione cartacea di oggi della Gazzetta del Mezzogiorno.

Dopo l’acquisizione dei telefonini della coppia, sono stati sequestrati altri dispostivi elettronici. Si tratta dei computer portatili di Daniele De Santis ed Eleonora Manta rinvenuti in via Montello. Ed il pc che Eleonora utilizzava, sul posto di lavoro all’ufficio di Inps di Brindisi. Infine si procede con l’analisi delle celle telefoniche intorno a via Montello, sperando di trovare tracce del killer, attraverso il suo telefonino.

Vi è poi una testimone che sostiene di avere sentito pronunciare ad Eleonora il nome “Andrea”, forse con riferimento al killer. Questa pista, nelle ultime ore, sta perdendo consistenza, poiché forse si sarebbe trattata di una richiesta di aiuto ad un loro amico di nome Andrea.

Nel cortile della palazzina sarebbero stati trovati dei biglietti intrisi di sangue, con delle scritte a penna che potrebbero appartenere all’assassino.

È terminata l’autopsia sui corpi di Daniele De Santis ed Eleonora Manta, effettuata dal medico legale Roberto Vaglio. La coppia sarebbe stata massacrata con oltre 60 fendenti, inferti con un pugnale di un tipo simile a quelli che usano i sub.

Nei prossimi giorni verranno esaminate le tracce biologiche prelevate (capelli, frammenti di pelle, ecc), alla ricerca dell’identità del killer. Infatti, alcuni reperti che saranno analizzati con attenzione nei prossimi giorni, potrebbero appartenere all’assassino della coppia.

 

La magistratura ha deciso di trattenere la salma per ulteriori accertamenti e i funerali sono stati rinviati.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment