Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàPROTOCOLLO D’INTESA TRA UNIVERSITÀ DEL SALENTO E BANCA DI CREDITO COOPERATIVO TERRA D’OTRANTO

PROTOCOLLO D’INTESA TRA UNIVERSITÀ DEL SALENTO E BANCA DI CREDITO COOPERATIVO TERRA D’OTRANTO

PROTOCOLLO D’INTESA TRA UNIVERSITÀ DEL SALENTO E BANCA DI CREDITO COOPERATIVO TERRA D’OTRANTO

Con l’obiettivo di progettare e attuare iniziative per la promozione dello sviluppo sostenibile del territorio, dell’economia circolare, della finanza a impatto sociale e dell’innovazione territoriale, è stato sottoscritto oggi, nella sala del consiglio del Rettorato dell’Ateneo salentino, un protocollo d’intesa tra l’Università del Salento e la Banca di Credito Cooperativo Terra d’Otranto; hanno firmato l’accordo il Rettore Fabio Pollice e il Presidente di BCC Umberto Mele.

«Un protocollo d’intesa di ampio respiro, che intende dare ulteriore impulso e nuovi strumenti alle attività di formazione, ricerca e “terza missione” su temi notoriamente di forte interesse per il nostro Ateneo», sottolinea il Rettore Fabio Pollice, «Siamo convinti che quella con BCC potrà essere una partnership significativa, in particolare per sostenere la creatività e capacità di impresa dei laureati e delle laureate che, in questi anni, avranno un ruolo molto importante per lo sviluppo territoriale. E non solo. Immaginiamo percorsi che possano mettere in valore la formazione dei nostri giovani, i cui talenti potranno trovare felice collocazione a livello nazionale e internazionale, in un circuito virtuoso di collaborazione tra Istituzioni, imprese e attori economici come le banche di prossimità. Significativa, in questo senso, l’attenzione e la sensibilità dimostrate dalla BCC».

«Questo accordo rappresenta la concreta possibilità di creare sinergie territoriali tra l’Università, le aziende e la BCC per sostenere e dare fiducia ai giovani», rimarca il Presidente di BCC Umberto Mele, «Sosteniamo il sistema universitario perché il progresso del sapere e la formazione della futura leadership sono due elementi che consideriamo centrali per lo sviluppo del territorio. Le idee non mancano, il territorio da oggi dispone di una piccola arma in più e noi come Banca di prossimità siamo onorati di collaborare con un’Istituzione così importante come l’Università del Salento, mettendo a disposizione le nostre strutture presenti sul territorio e un contributo che permetterà di rendere realizzabili le azioni che man mano si deciderà di attuare».

Nel rispetto delle rispettive competenze istituzionali, l’accordo impegna le parti in particolare a sviluppare attività di ricerca e attività formative congiunte sia indirizzate agli studenti che ad altre categorie interessate alla formazione continua; a favorire la collocazione dei giovani laureati nel mondo del lavoro in ambito locale, nazionale e internazionale; a promuovere lo sviluppo territoriale con azioni congiunte volte a favorire la creazione d’impresa, il rafforzamento competitivo delle imprese locali, l’innovazione tecnologica e organizzativa, la sostenibilità ambientale dei prodotti e dei processi produttivi; a promuovere la valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale, naturalistico  e paesaggistico  della Terra d’Otranto; a istituire premi che valorizzino la creatività e l’ingegno dei giovani della Terra d’Otranto.

Potranno, tra l’altro, essere finanziati borse di studio e di dottorato, premi di laurea, assegni di ricerca, bandi competitivi; promosse nuove iniziative imprenditoriali come spin-off e start-up anche attraverso progetti di incubazione e/o percorsi di accelerazione; promosse attività di diffusione della cultura scientifica e tecnologica; incoraggiati tesi, progetti, elaborati ed esercitazioni per il conseguimento di lauree triennali, lauree magistrali e dottorati di ricerca; sostenute attività di tirocinio e formazione per l’inserimento dei laureati nel modo del lavoro; realizzati visite e stage didattici; organizzati seminari, testimonianze, dibattiti, conferenze su argomenti di comune interesse, anche con il coinvolgimento di altri enti territoriali; attivati master universitari, corsi di specializzazione e corsi di aggiornamento post-laurea; individuati e definiti progetti tesi a valorizzare/riqualificare strutture per lo svolgimento di attività didattica, scientifica, culturale.

Di durata triennale, l’accordo vedrà come referenti scientifici: per UniSalento la professoressa Maria Antonietta Aiello, Prorettrice vicaria; per BCC il vicepresidente, architetto Ezio Petrelli.

 

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment