Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàRAPINA ALL’UFFICIO POSTALE – ACCOLTELLATO UN PASSANTE ARRESTATO DAI CARABINIERI UN 23ENNE DI MATINO

RAPINA ALL’UFFICIO POSTALE – ACCOLTELLATO UN PASSANTE ARRESTATO DAI CARABINIERI UN 23ENNE DI MATINO

RAPINA ALL’UFFICIO POSTALE – ACCOLTELLATO UN PASSANTE ARRESTATO DAI CARABINIERI UN 23ENNE DI MATINO

2016-10-31-PHOTO-00000017

Sono stati attimi drammatici quelli che hanno vissuto i cittadini della cittadina di San Cassiano, quando ieri mattina, poco dopo le 12, due persone parzialmente travisate ed armate di una pistola ed un coltello, hanno fatto irruzione nell’ufficio postale di Via Risorgimento. Pochi istanti per farsi consegnare, sotto la minaccia delle armi, la somma di circa 4300 euro da parte dell’impiegata dello sportello, la quale ha immediatamente notato lo stato di particolare agitazione dei due rapinatori. Arraffato il bottino i due sono fuggiti attraversando i giardini antistanti le poste, immediatamente inseguiti da alcuni passanti allertati dai testimoni. Un breve inseguimento a piedi che ha spinto i due rapinatori, attraverso uno scivolo, a rifugiarsi all’interno della cantina del locale municipio. Sopraggiungevano intanto i tre inseguitori, due giovani e un 50enne, che poco dopo sono riusciti a bloccare a terra uno dei due rapinatori. A quel punto, il balordo complice, sopraggiungendo da tergo, per garantirsi la fuga e liberare il correo, sferrava un brutale fendente all’altezza dell’addome ai danni di Guercio Rosario, 50enne di San Cassiano, che immediatamente si accasciava al suolo sanguinante. I due malfattori, guadagnata la libertà, fuggivano in direzione opposta, uno salendo a bordo di una Fiat Punto, l’altro a piedi per le vie circostanti. Nel frattempo sopraggiungevano sul luogo del reato i Carabinieri della Compagnia di Maglie e della Stazione di Nociglia, guidati personalmente dal Comandante della Compagnia, ai quali era stata altresì segnalata la targa di una fiat punto di colore grigio utilizzata per commettere il reato, che si mettevamo immediatamente sulle tracce dei malfattori, coadiuvati dalle segnalazione dei numerosi passanti (poiché in quelle ore era in corso di celebrazione un matrimonio).

2016-10-31-PHOTO-00000050

Le ininterrotte ricerche, sviluppatesi anche all’interno di due casolari in costruzione, consentivano ai militari di rintracciare e bloccare, poco distante dal luogo della rapina e dell’accoltellamento, un giovane di Matino, 23enne, con indosso e sulle mani alcune tracce di sangue, nonché evidenti segni legati alla rocambolesca fuga attraverso le abitazioni e le campagne circostanti. Il giovane fermato, identificato successivamente in Tarantino Giorgio Antonio, classe 1993, di Matino, già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di stupefacenti, è stato poi portato nei pressi dell’ufficio postale per essere caricato su idonea autovettura per il trasporto presso la compagnia di Maglie, venendo immediatamente riconosciuto visivamente e dal tono di voce, come uno dei due rapinatori che poco prima aveva consumato la rapina, e che successivamente si era reso responsabile dell’accoltellamento ai danni di Guercio Rosario. Veniva intanto attivato il modulo operativo che, attraverso la preziosa collaborazione dei militari della Compagnia Carabinieri di Casarano, consentirà più tardi il rinvenimento ed il sequestro della fiat Punto segnalata, parcheggiata a Casarano nei pressi dell’abitazione del padre del Tarantino Giorgio. L’autovettura è risultata inoltre intestata alla zia del fermato. All’interno dell’autovettura è stato altresì trovato un telefono cellulare contenente una sim card intestata proprio al Tarantino Giorgio. Per questi motivi, ed a seguito delle informazioni raccolte dalle persone informate sui fatti, Tarantino Giorgio è stato dichiarato in stato di arresto con le accuse di rapina aggravata propria ed impropria in concorso, e tentato omicidio.

Guercio Rosario, a seguito della grave ferita, è stato invece trasportato d’urgenza presso il pronto soccorso di Scorrano dove è stato sottoposto a delicato intervento chirurgico a seguito del quale è stato ricoverato in rianimazione con prognosi riservata. Le sue condizioni al momento sono stabili.

Sono tutt’ora in corso le indagini finalizzate alla compiuta identificazione del complice.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment