HomePoliticaREGIONE PUGLIA E COMUNE BARI APPROVINO PDL E MOZIONE LEGA

REGIONE PUGLIA E COMUNE BARI APPROVINO PDL E MOZIONE LEGA

REGIONE PUGLIA E COMUNE BARI APPROVINO PDL E MOZIONE LEGA

SU PROFESSIONALITA’, AUTONOMIA E ONORABILITA’ PER FUNZIONI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO PRESSO CONSORZI, AGENZIE, FONDAZIONI E SOCIETA’ PARTECIPATE

“La Regione Puglia e il Comune di Bari hanno l’obbligo etico ed estetico di approvare rispettivamente la nostra proposta di legge e la nostra mozione in materia di requisiti di professionalità, onorabilità ed autonomia dei soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso Consorzi, Agenzie, Fondazioni e Società partecipate ad essi riconducibili. Credo che prevedere una competenza tecnica, maturata nell’arco di un triennio, nell’esercizio di un’attività di amministrazione, vigilanza e controllo, sia davvero il minimo sindacale. Così come richiedere che i Presidenti degli organi di amministrazione e di controllo, gli Amministratori Unici e i Direttori Generali, abbiano un’esperienza di almeno 5 anni nelle suddette attività presso società di capitali operanti in settori attinenti o comparabili per dimensioni e complessità, sia l’abc del buon senso. Allo stesso modo, ritengo un dovere morale che, nel rispetto dei requisiti di autonomia, non possa ricoprire determinati incarichi negli organi amministrativi chi nel precedente mandato sia stato componente dell’organo di controllo e viceversa, oltre a chi si trovi in conflitto di interessi, chi ha un incarico di governo nazionale o locale, i membri del Parlamento nazionale ed europeo, i consiglieri regionali o di enti locali con popolazione superiore a 15mila abitanti. Non meno importante, anche se dovrebbe essere scontato, è prevedere, in ossequio al principio di onorabilità, che dette cariche non possano essere ricoperte da chi sia stato condannato per una serie di delitti di particolare gravità, rilevanti ai fini dell’etica pubblica, o per la commissione dolosa di un danno erariale e per qualsiasi delitto non colposo che comporti la reclusione non inferiore a due anni, ovvero che siano stati sottoposti a misure cautelari di tipo personale o a misure di prevenzione nell’ambito della legislazione antimafia. I cittadini pugliesi, anche alla luce delle cattive esperienze del passato, hanno il diritto di vedere finalmente codificati in norma determinati requisiti. Così come i cittadini di Bari devono pretendere che il sindaco Decaro e la sua giunta si attivino immediatamente per predisporre una proposta di Regolamento in materia, da sottoporre alla valutazione della Commissione consiliare competente e all’approvazione del Consiglio comunale. Sperando che finalmente tramonti il tempo nel quale basta far parte della stessa Compagnia di giro della sinistra, con i soliti capocomici Emiliano e Decaro, per ottenere incarichi prestigiosi e ben remunerati senza titoli e senza alcun merito. Con danni incalcolabili per la collettività”.

Lo ha dichiarato Davide Bellomo, deputato della Lega, nel corso della conferenza stampa di presentazione della pdl della Lega in Consiglio regionale.

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment