Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàREGIONE PUGLIA: ISTITUITO TAVOLO PERMANENTE “SCUOLA E SALUTE”

REGIONE PUGLIA: ISTITUITO TAVOLO PERMANENTE “SCUOLA E SALUTE”

REGIONE PUGLIA: ISTITUITO TAVOLO PERMANENTE “SCUOLA E SALUTE”

La Regione Puglia tenta di ridimensionare l’allarme covid nelle scuole pugliesi, dopo i casi di positività registrati negli scorsi giorni

È un tavolo di raccordo tra scuola e istituzioni la misura promossa dalla Regione Puglia per contrastare l’avanzata del coronavirus negli istituti scolastici.

I casi di positività registrati negli scorsi giorni inducono il governatore Michele Emiliano a correre ai ripari, rafforzando il coordinamento tra scuola e istituzioni regionali attraverso un tavolo condiviso con l’assessore alla scuola Sebastiano Leo, l’epidemiologo e assessore alla sanità Pier Luigi Lopalco, il direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro, e la direttrice dell’Ufficio scolastico regionale, Anna Cammalleri.

L’obiettivo del tavolo permanente ‘Scuola e Salute’ sarà, quindi, quello di fare sintesi sulle procedure da seguire da parte dei dirigenti scolastici e dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl, armonizzando le procedure di prevenzione del contagio e le disposizioni da applicare nel caso di conclamati casi di positività. Un’attività di supporto agli operatori scolastici che si rende necessaria per facilitare l’applicazione delle norme di contrasto alla pandemia contenute nei protocolli nazionali e regionali, e che è in linea con l’attenzione che in queste ore è catalizzata sugli istituti scolastici.

“Con il presidente Emiliano – afferma l’assessore Sebastiano Leo – abbiamo effettuato dall’inizio dell’anno scolastico una serie di sopralluoghi nelle scuole pugliesi per osservare direttamente come si sono organizzate e rilevare eventuali criticità; la nostra attenzione al tema della prevenzione del contagio è massima e si rafforza oggi con l’istituzione di questo tavolo”.

Misura, come spiega l’epidemiologo Lopalco, “che partirà da subito, per facilitare lo scambio di esperienze e potenziare le attività dopo i primi provvedimenti presi a livello nazionale e regionale e l’emersione dei primi casi nelle scuole”.

A preoccupare, infatti, è l’impennata dei contagi registrati soprattutto nel barese, dove sono già 25 gli istituti scolastici interessati da casi di positività.

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment