Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportRETTIFICHE E CORREZIONI IMMEDIATE PER RIPARTIRE SUBITO ALLA GRANDE

RETTIFICHE E CORREZIONI IMMEDIATE PER RIPARTIRE SUBITO ALLA GRANDE

RETTIFICHE E CORREZIONI IMMEDIATE PER RIPARTIRE SUBITO ALLA GRANDE

Il Lecce rientrato ieri sta curandosi le ferite della pesante battuta d’arresto subita in quel di Brescia preparando il prossimo incontro, mercoledì qui allo stadio contro la Cremonese.

Il breve lasso di tempo tra i due impegni non consentirà di rimuginare su quanto accaduto ma sarà un impegno personale di Corini trovare una soluzione ai problemi palesatisi in tutta la loro crudezza al “Rigamonti”.

È vero quanto dice Corini che dalle sconfitte si imparano molte cose ma gli insegnamenti ricevuti devono essere corretti ed evitat per il futuro.

Insistere, ad esempio su Majer con centrale e quindi fulcro di tutta la manovra è stato un esperimento che non dato frutti positivi e, soprattutto non ne fa vedere, quindi si deve cambiare strada.

Se quella del ritorno al passato (Tachtsidis in cabina di regia) dovesse essere non praticabile sarebbe un bel guaio quindi bisogna gioco forza che si addivenga ad un accordo perché le necessità di tutti (non mi piace il termine usato da qualcuno: capricci) vanno capite, rispettate e accetate per quanto possibile da tutti reciprocamente.

Nelle more che il “caso” si concluda, Corini deve cercareun’altra soluzione perché è evidente che la squadra ha un ottimo potenziale ma può metterlo a frutto solo l’orchestra è diretta bene da dentro il campo. Sul terreno vanno i giocatori, Corini, ovvero il tencico di turno può dare le direttive, gli indirizzi di massima ma è il “cervello” in campo a dettare i tempi a leggere per tempo lo sviluppo dell’azione, ha inventare soluzioni che proprio perché inventate colgono di sorpresa l’avversario e danno la possibilità di guadagnare vittorie e quindi punti in classifica.

Una soluzione potrebbe essere quella dell’impiego di Liam Henderson. Un compito per lui non nuovo visto che a Verona in qualche occasione l’ha svolto.

Un azzardo potrebbe essere, e credo con buone probabilità di buona riuscita, impostare in quel ruolo il giovane svedese John Gunnar Bjorkengren

Il ragazzo è più avanti dei compagni in fatto di preparazione, in Svezia i campionati iniziano prima che in Italia, si è presentato assicurando di essere in grado di svolgere tutti i compiti di un centrocampista (esterno o centrale), quindi guidato da mister Corini che in quel ruolo giocato può diventare un nuovo Tonali, che proprio Corini ha instradato nelle fila del Brescia.

Ovviamente queste sono idee da innamorato del Lecce, lungi da me voler diventare suggeritore di qualcuno, un compito che lascio a chi ne capisce di più di calcio.

Ad ogni buon conto per la sfida di mercoledì spero che il mister possa recuperare Mancosu e quindi schierare un undici più equilibrato e più incline a svolgere il gioco come lui vuole, con tanto pressing alto con controllo costante dell’inerzia della gara. Certo spero anche che i fucilieri scelti dell’attacco giallorosso inizino a segnare reti a ripetizione. Ma forse se diverrà realtà la prima parte delle mie speranze la seconda ne sarà una logica conseguenza,

Ernesto Luciani

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment