Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportDOPO RICCARDI E PETTINARI ECCO PALOMBI E “HULK” TORROMINO

DOPO RICCARDI E PETTINARI ECCO PALOMBI E “HULK” TORROMINO

DOPO RICCARDI E PETTINARI ECCO PALOMBI E “HULK” TORROMINO

22

Dopo Pettinari e Riccardi oggi è stato il turno di altri due calciatori che nel corso della stagione contribuiranno alle fortune della squadra. L’AD Alessandro Adamo ha provveduto a presentare, oggi, un nuovo arrivo e un gradito ritorno, rispettivamente quello di Simone Palombi, e quello di Giuseppe “Hulk” Torromino.

Alessandro Adamo ha fatto gli onori di casa: “Prima di dare il via alla presentazione – ha detto – mi preme sottolineare l’importante risultato di ieri con l’ottenimento del parere favorevole da parte della Covisoc per l’utilizzo l’anno prossimo della stadio “Via del mare”. I miei più sentiti ringraziamenti vanno a tutte le persone che operano in seno alla società: la comunicazione, il marketing, la sicurezza e il ticketing. Ora, però, proseguiamo con le presentazione dei nuovi arrivi. Giuseppe (Torromino) già lo conoscete è stato negli ultimi anni un nostro punto di forza che, sfortunatamente, l’anno scorso ha dovuto concludere anticipatamente la stagione a causa di un infortunio.

Simone Palombi, invece, è un nuovo acquisto, ingaggiato in prestito con diritto di riscatto dalla Lazio, ha firmato fino al 30 giugno 2019, ma se dovessimo esercitare l’opzione, l’accordo si prolungherebbe automaticamente per le prossime due stagioni”.

Cerchiamo di conoscere il “nuovo” giallorosso, il giovane promettente attaccante Simone Palombi. 22 anni, scuola Lazio che, come Pettinari, ha già lavorato con Liverani a Terni, collezionando 28 presenze e 8 gol. Nel corso della passata stagione Palombi ha esordito in Serie A e in Europa League con la Lazio per poi passare alla Salernitana (14 presenze, 1 gol). Il Lecce lo ha preso con la formula del prestito, con diritto di riscatto e controriscatto in favore della società biancoceleste.

Ed ecco le prime dichiarazioni: “Sono molto contento di essere qui, ho molta carica e desiderio di iniziare questa nuova avventura. Non vedo l’ora di partire per il ritiro. ho trascorso sei mesi nel corso dei quali le cose non sono andate come avrei voluto, sono questi periodi che passano tutti i calciatori, ma è un’esperienza che mi ha maturato caratterialmente”.

Palombi si è autodescritto: “Sono un attaccante a cui piace spaziare su tutto il fronte offensivo, nella Lazio, per esempio, ho giocato da esterno in un 4-3-3, ma posso fare anche la seconda punta. Mister Liverani mi ha saputo valorizzare maggiormente, ha una grandissima professionalità. Nella Primavera dei biancoceleste ho avuto per alcuni mesi Bollini e poi Inzaghi che mi ha anche portato e fatto giocare in prima squadra, un rapporto con lui nato ai tempi degli Allievi. Prima di venire qui ho sentito l’allenatore di Poggio Rusco che mi ha consigliato di scegliere il Lecce”.

Somiglianze tecniche? “Un giocatore in cui mi rispecchio un po’, avendoci anche giocato insieme, è Ciro Immobile, abbiamo caratteristiche simili- conclude Palombi”.

Con un viso nuovo eccone un altro ben noto ai ifori leccesi: Giuseppe “Hulk” Torromino, un altro bomber di lusso per la categoria, già noto ai tifosi salentini per le sue doti, la sua forza fisica e la sua grinta in campo.

Giuseppe Torromino, 54 presenze in cadetteria con la maglia del Crotone nel corso di tre stagioni, l’ultima delle quali quella del 2015/16 culminata con la promozione in A dei calabresi. In Serie C, Torromino con il Lecce, ha collezionato 62 gettoni presenza, realizzando 15 reti. Lo scorso anno, Torromino e il club, ma solo per motivi contingenti, avevano deciso di rescindere il contratto a tre giornate dal termine della regular season.

Il giocatore, infatti, aveva rimediato un infortunio che lo ha bloccato, e grazie al suo sacrificio contrattuale, il Lecce ha potuto reintegrare in rosa Mario Pacilli, elemento over della rosa. Ora, in serie B, Torromino ed il Lecce si ritrovano: “Non vedo l’ora di ripartire. L’anno scorso ho subito un infortunio che mi ha fermato proprio nel momento più importante del campionato e mi è dispiaciuto molto non essere d’aiuto ai miei compagni nella volata finale. Ho sofferto moltissimo in quel periodo, adesso, però, sono quasi al 100% e l’infortunio al tendine è quasi guarito. Sono felicissimo del nuovo contratto con i giallorossi, perché è difficilissimo trovare una società seria come questa”.

Torromino conosce sia la B che la C e in proposito dice: “Tra la B e la C c’è tantissima differenza. Nei cadetti andremo a giocare in stadi importanti con squadre che hanno quasi tutte una storia e sono molto competitive. Le difficoltà aumenteranno notevolmente. La società sta conducendo un’ottima campagna acquisti. Sono giunti calciatori forti e di gran qualità come Pettinari con il quale ho giocato a Crotone, Falco e Chiricò che conosco per averli affrontati. Il torneo sarà lungo e ci sarà bisogno di tutti”.

Ernesto Luciani

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment