Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaRIFIUTI E TUTELA AMBIENTALE FOTOTRAPPOLE IN AZIONE NEI SITI PREFERITI DAGLI “SPORCACCIONI”

RIFIUTI E TUTELA AMBIENTALE FOTOTRAPPOLE IN AZIONE NEI SITI PREFERITI DAGLI “SPORCACCIONI”

RIFIUTI E TUTELA AMBIENTALE FOTOTRAPPOLE IN AZIONE NEI SITI PREFERITI DAGLI “SPORCACCIONI”

Abbandono rifiuti

Offensiva contro l’abbandono di rifiuti, dall’inizio del 2016 individuate più di 50 persone

Vita dura per gli incivili, per i nemici dell’ambiente e per gli evasori della Tari. Dall’inizio del 2016 sono oltre 50 gli abbandoni incontrollati e accertati di rifiutisul territorio cittadino che hanno portato alla relativa contestazione di reato ai responsabili. Grazie alle “fototrappole” in dotazione alla Polizia Locale, infatti, è possibile immortalare la flagranza dell’’illecito ambientale e punire i trasgressori. La dinamica è semplice: nei siti più a rischio, perché preferiti dagli “sporcaccioni”, gli uomini del comandante Cosimo Tarantino collocano gli “occhi elettronici” in grado (anche con sensori notturni) di riprendere il luogo h24. La visione dei relativi filmati consente l’individuazione dei responsabili degli abbandoni, che sono convocati di persona ai fini della contestazione dei vari illeciti (amministrativi e/o penali) relativi a violazione di norme nazionali e locali in materia ambientale. Il tutto ovviamente nel pieno rispetto delle norme sulla privacy e sempre di concerto con la competente autorità giudiziaria. Non solo, gli stessi responsabili sono poisegnalati ai competenti uffici al fine di verificare la regolarità della posizione relativo al tributo Tari e in molti risultano non in regola e quindi vengono prontamente censiti. L’offensiva del “grande fratello” contro l’abbandono scriteriato dei rifiuti, dunque, sta consentendo anche di interrompere il furbesco anonimato di molti che in questo modo possono evadere il tributo.

Abbandono rifiuti 2

“Siamo convinti che quando l’ignoranza e l’inciviltà cercano di prevalere sulla legalità – evidenzia l’assessore all’Ambiente Graziano De Tuglie – sia necessaria la repressione con ogni mezzo consentito. Non permetteremo a nessuno di sfregiare impunemente la città e il territorio e l’azione finalizzata a contrastare questo malvezzo ambientale sarà determinata e costante. Il lavoro della Polizia Locale su questo fronte è decisivo e sta già portando risultati importanti. Poi è chiaro che bisognerà anche fare un grosso lavoro in tema di educazione ambientale e sensibilizzazione e anche su questo vogliamo fare uno sforzo importante”.

Il comandante della Polizia Locale Cosimo Tarantino fa sapere che i controlli continueranno con sistematicità e che ci sarà anche un’opera di sensibilizzazione alla concreta collaborazione con la Polizia Locale per segnalare gli autori di qualsiasi illecito. Si può farlo in modo anonimo ed è sufficiente fornire dati oggettivi (foto, video, ecc.) che consentano di risalire in maniera certa agli autori dell’illecito. Nei giorni scorsi, infatti, una preziosa segnalazione anonima ha permesso alla Polizia Locale di risalire all’autore attraverso un’ispezione dei documenti rinvenuti tra i vari materiali abbandonati. L’uomo è stato convocato e allo stesso è stata comminata la prevista sanzione amministrativa.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment