Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàRIQUALIFICAZIONE DI PIAZZETTA CONGEDO: OK DELLA GIUNTA AL PROGETTO DEFINITIVO

RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZETTA CONGEDO: OK DELLA GIUNTA AL PROGETTO DEFINITIVO

RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZETTA CONGEDO: OK DELLA GIUNTA AL PROGETTO DEFINITIVO

Prevista anche la sistemazione dell’incrocio tra Via Salvatore Grande e Via Foscarini

Migliora il quartiere San Lazzaro grazie a due importanti interventi di riqualificazione che interessano Piazzetta Congedo e l’incrocio fra via Salvatore Grande e via Foscarini. Interventi che saranno finanziati con la monetizzazione di una parte degli standard per la demolizione e ricostruzione dell’ex Cinema Santa Lucia, immobile privato chiuso nel 2013 e riconvertito dai proprietari con funzione residenziale e commerciale. I progetti definitivi di questi due interventi sono stati approvati nell’ultima seduta di giunta comunale di venerdì scorso.

Allo stato attuale, Piazzetta Congedo si presenta caratterizzata da uno spartitraffico centrale, che suddivide la carreggiata in tre sensi di marcia, attorno al quale sono presenti una decina di posti auto e si affacciano alcune attività commerciali al dettaglio. Sull’incrocio fra via Foscarini e via Grande, invece, c’è uno spartitraffico centrale in asfalto a forma triangolare, delimitato dai cosiddetti “panettoni” gialli, amovibili, spesso utilizzato impropriamente per il parcheggio di motocicli e moto.

La riqualificazione prevede la pedonalizzazione di una parte della piazzetta Congedo con la chiusura del senso di marcia che attualmente costeggia la caffetteria Olimpia (da via Caracciolo verso via Regina Elena), lasciando come unico senso di marcia quello che va da via Tafuro verso via San Lazzaro. Il progetto consiste, quindi, nella eliminazione dell’asfalto e la creazione di una nuova pavimentazione tutta pedonale pensata per poter rendere l’area maggiormente fruibile da parte degli abitanti della zona come luogo di sosta e al tempo stesso per migliorarne la percezione estetica con piccoli interventi di arredo urbano. A tutto vantaggio anche degli esercizi commerciali che potranno usufruire di un largo spazio pubblico. Per quanto riguarda l’incrocio via Foscarini – via Grande, sarà realizzata un’area pedonale in sostituzione dello spartitraffico con la chiusura del passaggio carrabile a destra dell’attuale spartitraffico, in modo da collegare i marciapiedi esistenti con la nuova area pedonale. I sensi di marcia rimarranno invariati e da via Foscarini si potrà svoltare a destra in via Grande solo dopo aver costeggiato e superato l’area pedonale. Anche qui sono previste sedute in cemento, illuminazione a terra e verde (aiuole e alberi vicino alle panchine).

«È stato triste per tutti – dichiara il sindaco di Lecce Carlo Salvemini – dover prendere atto della scomparsa del Cinema Santa Lucia, ma, oggi, almeno, possiamo rallegrarci per una parziale eredità in termini di investimento sullo spazio pubblico che deriva direttamente da quella inevitabile chiusura. La città cambia continuamente. Compito di chi governa è accompagnare e guidare questi cambiamenti, spesso ineluttabili, salvaguardando gli spazi e le attrezzature pubbliche. Dotare un quartiere di una piazza con panchine e alberature, rendere più sicuro per pedoni e automobilisti un incrocio, ha un significato politico: significa rendere più accoglienti luoghi collettivi, dare più spazi alla città e liberare il suo potenziale per nuove attività».

«I bonus volumetrici del Piano Casa – aggiunge l’assessora alle Politiche Urbanistiche Rita Miglietta – devono spingere l’edilizia e il rinnovamento della città restituendole ricadute positive, non solo per chi investe ma per tutti. Da qui l’impegno preso nel 2018, con l’approvazione del Consiglio Comunale, di destinare la monetizzazione di una parte degli standard della trasformazione del Santa Lucia al quartiere San Lazzaro e non altrove. Non si è potuto salvare un cinema privato, ma abbiamo voluto dare una vera piazzetta a quello che oggi è uno slargo asfaltato e uno spartitraffico in un quartiere che non ha piazze. Uno spazio pubblico, non più residuale, diventerà così una centralità, anche per iniziative di aggregazione e a vantaggio di tutti, residenti e commercianti»».

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment