Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàRISSA TRA IMMIGRATI PRESSO STRUTTURA DI ACCOGLIENZA: ARRESTATI TRE STRANIERI

RISSA TRA IMMIGRATI PRESSO STRUTTURA DI ACCOGLIENZA: ARRESTATI TRE STRANIERI

RISSA TRA IMMIGRATI PRESSO STRUTTURA DI ACCOGLIENZA: ARRESTATI TRE STRANIERI

news86177

La scorsa notte i Carabinieri della Stazione di Poggiardo, in collaborazione con il personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Maglie, sono intervenuti  in Santa Cesarea Terme – frazione Vitigliano (LE), presso una struttura privata adibita a centro di accoglienza straordinaria per stranieri richiedenti protezione internazionale, sita in quella via XX Settembre n.19, ove traevano in arresto in flagranza del reato di rissa aggravata, un bengalese e due nigeriani:

  1. Mahfuz Ali Nato In Bangladesh, 18enne;
  2. Atairu Ramadan, Nato In Nigeria, 21enne;
  3. Fredrik Anthony Nato In Nigeria, 18enne.

I militari intervenuti sul posto, accertavano che i suddetti avevano attivamente preso parte ad una violenta rissa, scaturita per futili motivi tra alcuni ospiti della struttura di accoglienza, nel corso della quale, durante le concitate fasi, il MAHFUZ ALI era stato colpito violentemente con una barra in alluminio verosimilmente nella circostanza divelta da una finestra di una camera dell’appartamento. A seguito dell’accaduto il bengalese, trasportato presso l’ospedale di Tricase, veniva  riscontrato affetto da una ferita al capo e giudicato guaribile in gg. 6 sc. I rimanenti partecipanti di nazionalità nigeriana, ATAIRU RAMADAN e FREDRIK ANTHONY,venivano rispettivamente riscontrati affetti: il primo da contusioni  guaribili in giorni 5 s.c ed il secondo, da escoriazioni senza l’indicazione di prognosi. Il bastone in alluminio utilizzato nella rissa é stato sottoposto a sequestro. Gli  arrestati, dopo le formalità rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Lecce a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment