Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeRubricheSAGRE E FESTE PATRONALI SEGNALATE DA LECCEOGGI

SAGRE E FESTE PATRONALI SEGNALATE DA LECCEOGGI

SAGRE E FESTE PATRONALI SEGNALATE DA LECCEOGGI

MATINO – FESTA DEL SANTO PATRONO SAN GIORGIO

festa_di_san_giorgio_martire_a_matino

A Matino, si festeggia il protettore di uno dei centri più interessanti del Salento: San Giorgio. Nel corso dei giorni di festeggiamenti del Patrono, precisamente il 23, esce dalla chiesa omonima la statua del Santo, portata in processione, per le vie principali del paese ed annunciata dal suono delle trombe.

I festeggiamenti per il Santo Patrono di Matino, S. Giorgio,  sono molto sentiti e durano una settimana, precisamente dal 19 al 26 aprile. A partire dal mezzogiorno della mattina del 23 aprile a Matino, Vi è la solenne processione per la benedizione dei campi, in segno di buon auspicio per i futuri raccolti.

Da quasi 150 anniMatino è devota a San Giorgio. Un sentimento forte che lega la cittadina al suo patrono da quando nel 1867 il martire salvò la popolazione da una epidemia di peste. Un intervento che sottrasse alla morte migliaia di persone a lui rivoltesi, in particolare bambini. Miracolo che si intreccia con la leggenda secondo cui Giorgio salvò una giovane vita preziosa: quella della figlia di un re. Stando al mito, si trovò a passare dalla città di Selem, in Libia, la cui popolazione era afflitta dalla presenza di un drago che viveva in uno stagno e, di tanto in tanto, si avvicinava alla città seminando morte con il suo fiato. Per scongiurare uno sterminio i cittadini avevano deciso di offrire, di volta in volta, due pecore al drago, affinché risparmiasse vite umane. Quando le pecore iniziarono a scarseggiare, si iniziò a sostituirle con un giovane tirato a sorte. Quando toccò alla figlia del re, Giorgio intervenne, trafiggendo il drago al collo con la sua spada di ferro, in una scena tuttora simbolica, in cui il Santo viene tipicamente raffigurato. Da quel giorno, l’amore per San Giorgio ha attraversato il mondo. Oggi è patrono degli scout, degli schermitori, degli armaioli, dei soldati, dei cavalieri, della cavalleria, degli arcieri, dei sellai, di nazioni come l’Inghilterra e di intere regioni del Portogallo, della Spagna e della Lituania, nonché di innumerevoli città tra cui Matino, che orgogliosamente lo onora in due occasioni: a febbraio con una processione e in aprile con la festa patronale.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment