Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaSANITÀ: “POTENZIAMENTO ASSISTENZA TERRITORIALE? BENE, MA C’È IL PERSONALE SANITARIO?”

SANITÀ: “POTENZIAMENTO ASSISTENZA TERRITORIALE? BENE, MA C’È IL PERSONALE SANITARIO?”

SANITÀ: “POTENZIAMENTO ASSISTENZA TERRITORIALE? BENE, MA C’È IL PERSONALE SANITARIO?”

Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Paride Mazzotta.

“Il potenziamento della medicina del territorio, che sarà “realtà” grazie ai 650 milioni di euro messi in campo dal governo Draghi con il Pnrr, è quanto chiediamo da tempo alla Giunta regionale. Ed oggi, finalmente, è in programma un piano che prevede la realizzazione in tutta la Puglia di 38 ospedali di comunità e 121 case della comunità, oltre all’acquisto di centinaia di macchinari di ultima generazione che porteranno innovazione tecnologica nel nostro sistema sanitario. Per la provincia di Lecce, in particolare, la Giunta ha destinato 49 milioni di euro per le “case di comunità” e gli “ospedali di comunità”: una svolta notevole che punta a strutturare la medicina del territorio ed anche la prevenzione. Ora, la Puglia è la prima regione ad aver approvato il piano e i tempi sono essenziali: il Pnrr eroga risorse ingentissime, ma impone il rispetto di un rigido cronoprogramma. E su questo monitoreremo con attenzione, ma c’è un “ma”: l’assessore Palese ha dichiarato che teme che il piano sia troppo ambizioso rispetto alle attuali disponibilità di personale sanitario. Non si tratta, evidentemente, di una questione di secondo piano: programmare significa anche e soprattutto occuparsi di come realizzare gli obiettivi e fornire i servizi, considerando i mezzi e le risorse umane ed economiche che si hanno. Perciò, chiediamo alla Giunta se sta iniziando a valutare la questione già da ora, per evitare ritardi, e se il piano assunzionale da poco varato tenga conto delle esigenze di personale richieste dalle future strutture territoriali”.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment