Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàSCANDALO IN “PROVINCIA” CON ACCUSE DI PRESTAZIONI PER INTERESSE PRIVATO

SCANDALO IN “PROVINCIA” CON ACCUSE DI PRESTAZIONI PER INTERESSE PRIVATO

SCANDALO IN “PROVINCIA” CON ACCUSE DI PRESTAZIONI PER INTERESSE PRIVATO

Interno palazzo Celestini

Un operaio dell’Alba Service denuncia i fatti: Noi, impiegati per fini privati.

Quattro di noi impiegati a tagliare 70 quintali di legna per portarla a casa del consigliere Martella con il camion aziendale.

In aula consiliare è stato ascoltato un audio col quale un operaio dellìAlba Service accusa formalmente di interesse privato il consigliere Martella: “Al professore Martella ditegli che il sottoscritto, insieme a tre operai altri Alba Service, ha tagliato per lui 70 quintali di legna. Gliel’abbiamo portata a casa con il camion aziendale, abitava vicino alla scuola. (…) Stava insieme a D’Autilia”. Queste sono le pesanti accuse mosse da un operaio Alba Service che racconta di essere stato impiegato per fini privati, nello specifico per il consigliere Martella, ai tempi in cui alla guida della società era Damiano D’Autilia.

Il colpo di scena è avvenuto in mattinata, in commissione provinciale, al margine di un incontro già dai risvolti amari. La dichiarazione è stata messa al verbale dalla polizia provinciale presente sul posto su richiesta degli stessi consiglieri: gli agenti hanno subito provveduto all’identificazione dell’operaio in questione.

Sabato mattina, sempre in Provincia, è stata indetta dai Consiglieri di minoranza una conferenza stampa per discutere proprio sulla gravità di quanto riferito dall’uomo e sugli opportuni accertamenti. Durante l’incontro poi due altri macigni sul destino dell’azienda: a sfumare l’ipotesi stipendio prima di Natale, poi la proposta avanzata di un appalto esterno per la cartellonistica stradale fino ad ora gestita dalla ditta ormai sull’orlo del baratro. Un milione di euro pronto ad essere sborsato dunque ma non per Alba Service.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment