Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàSI AVVICINA LA “FASE 2” PREVISTE USCITE GRADUALI PER FASCE D’ETÀ

SI AVVICINA LA “FASE 2” PREVISTE USCITE GRADUALI PER FASCE D’ETÀ

SI AVVICINA LA “FASE 2” PREVISTE USCITE GRADUALI PER FASCE D’ETÀ

Saranno previsti anche controlli degli spostamenti

Mentre siamo ancora tutti impegnati nella lotta al coronavirus, stando chiusi il più possibile in casa, usare i mezzi personali adatti ad evitare possibili contagi ecc., si comincia a discutere su come affrontare la Fase 2 che è prevista entri in vigore per il 4 di maggio. Per la verità il ministro per le attività produttive prospetta anche un possibile anticipo già nella prossima settimana.

Qui, però, intendo portare a conoscenza dei più della possibilità che si prospetta verrà data agli italiani di uscire da casa per fasce di età. Non si entrerà quindi nel discorso del ciclo produttivo ma solo su quello relativo alla libertà di movimento  concessa ad una singola persona.

Dal prossimo 4 maggio si dovrebbe assistere, intanto, ad un allentamento delle misure restrittive che sono state imposte del governo. Una prima ipotesi che si sta vagliando in questo momento è quella che prevede le uscite per “fasce d’età”. Con questa ipotesi gli ultimi che potranno tornare ad uscire normalmente saranno le persone “over 70”.

È giusto ricordare che nella Fase 2 sarà necessario mantenere la massima attenzione, in quanto l’indice di contagiosità “R0” dovrà necessariamente essere vicino a 0, ma nello stesso tempo, continuerà ad esistere il rischio di contagio, che potrebbe provocare la creazione di nuovi focolai dell’epidemia da Covid 19.

Un rischio che è sicuramente collegato alle situazioni lavorative, oltre che a quelle familiari e, per questo, chi non può lavorare con lo smart working e avrà la necessità di recarsi al lavoro, avrà orari scaglionati in modo da evitare affollamenti sia in entrata che in uscita. Una misura che vale sia per le fabbriche che per gli uffici, oltre ad essere utile per avere minore affollamento sui mezzi di trasporto pubblici, che sono uno dei punti di maggiore rischio di contagio.

Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute, ha detto nel corso di una intervista concessa al Il Corriere della Sera di un programma ben definito per difendere le persone over 70 dal contagio, ma nello stesso tempo proteggerli dallo stress psicologico che può essere causato dal periodo di isolamento e dall’afa che caratterizzerà i mesi più caldi. Per loro sarà quindi creato un piano d’interventi mirato.

La sottosegretaria Zampa ha ha anche evidenziato che sarà necessario anche un aiuto sostanziale da parte dei servizi sociali.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment