Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCulturaSTALKING – LA GABBIA DI ANTONIO RUSSO

STALKING – LA GABBIA DI ANTONIO RUSSO

STALKING – LA GABBIA DI ANTONIO RUSSO

Le primitive.it Festival dedicato alla donne delle Murge – venerdì 8 novembre 2019 ore 18,30 – Palazzo Marchesale (sala Giandomenico) Santeramo in Colle (Bari) – Dialoga con l’autore l’editore Stefano Donno

Le primitive.it Festival dedicato alla donne delle Murge organizza la presentazione del volume Stalking La Gabbia di Antonio Russo (I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno) venerdì 8 novembre 2019 ore 18,30 presso il Palazzo Marchesale (sala Giandomenico) Santeramo in Colle (Bari). Dialoga con l’autore l’editore Stefano Donno.

Scheda Libro Stalking La Gabbia Di Antonio Russo Edito da I Quaderni Del Bardo Edizioni di Stefano Donno

Questo saggio non è solo un progetto editoriale, ma anche un esempio chiaro di impegno politico e non partitico, perché – indipendentemente dal tipo di ideologia – la classe politica intera dovrebbe impegnarsi per debellare la nuova piaga del XXI secolo: lo stalking. Se ne parla ma non approfonditamente, né con l’intenzione di trovare una soluzione definitiva. Ci sono le leggi ma, a volte, anche queste sono eluse e sminuite, liquidando il problema con una multa in denaro, o un ammonimento. Antonio Russo, invece, con l’esperienza e con le conoscenze adeguate ha scritto una proposta di modifica di legge che desidera presentare in Parlamento, proprio  perché, dopo anni di attività sul campo ha compreso appieno quali sono gli ostacoli, quali i limiti e quali le opzioni per superare tutte le  “barriere” burocratiche e non solo sulla questione sociale più scottante che tocca pesantemente centinaia e centinaia di donne. Attraverso un’attenta analisi Russo ha compreso come migliorare la legge del 2009 e renderla più adatta, veloce e in grado di difendere realmente le donne.Il titolo stesso è indicativo ed esplicativo del “disagio” che vive una vittima di stalking. Questa è infatti costretta a “fuggire” dal cacciatore che la bracca come una preda, la obbliga a cambiare abitudini, numero di telefono, indirizzo e-mail, abitazione, automobile, a controllarsi costantemente le spalle, a temere e guardare con sospetto persino ciò che “normalmente”non costituirebbe una minaccia, come un regalo, un messaggio, una telefonata. La perseguita fino allo sfinimento, fino a quando non cede e, inerme e sconfitta, cade ai piedi del proprio persecutore. Ancora peggio, il reato di stalking è sottovalutato perché non se ne comprendono appieno le conseguenze. Come affrontare e punire tali comportamenti? Cosa devono fare le vittime di stalking? Antonio Russo con il suo libro risponde a queste e altre domande. L’autore elenca tutti gli accorgimenti a cui attenersi, segnala le condotte condannabili, dispensa consigli e offre spunti di riflessione utili e chiarificatori.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment