Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e Attualità“STORIE DI LEGALITÀ” – INCONTRO CON PIERA AIELLO TESTIMONE DI GIUSTIZIA 28 MARZO 2022”

“STORIE DI LEGALITÀ” – INCONTRO CON PIERA AIELLO TESTIMONE DI GIUSTIZIA 28 MARZO 2022”

“STORIE DI LEGALITÀ” – INCONTRO CON PIERA AIELLO TESTIMONE DI GIUSTIZIA 28 MARZO 2022”

Il CSV Brindisi – Lecce Volontariato nel Salento nell’ambito delle iniziative previste per la XXVII Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle Mafie, incontra Piera Aiello il 28 MARZO.

Piera Aiello donna contro la mafia, è la prima testimone di giustizia ad essere stata eletta nel Parlamento italiano: la sua è un’esistenza ‘al limite’ che diventa simbolo, segnata profondamente da vicissitudini personali e dall’incontro con l’allora Procuratore Capo di Marsala Paolo Borsellino, che cambiò il corso degli eventi. Una vita che ha molto da raccontare e tanto da insegnare.

L’incontro online, organizzato dal CSV Brindisi -Lecce si terrà 28 marzo dalle ore 10.00 alle ore 11.30 rivolto agli studenti e alle studentesse delle Scuole Secondarie delle provincie di Lecce e Brindisi, è aperto a tutti quanti vogliano ascoltare la testimonianza di Piera Aiello. L’incontro sarà infatti in diretta live sul canale YouTube del CSV Brindisi Lecce Volontariato nel Salento: https://www.youtube.com/channel/UCTF7tCCnVusKTRP1sJ_Bgnw

Per iscriversi compilare il seguente format: https://forms.gle/cdvbRGKsYgLqakzQ8
Il CSV Brindisi – Lecce Volontariato nel Salento realizza l’evento nell’ambito del progetto “Il palio della legalità” sostenuto dall’Avviso pubblico “Bellezza e legalità per una Puglia libera dalle mafie” promosso dalla Regione Puglia. Il progetto prevede percorsi laboratoriali, esperienziali e incontri con testimoni significativi su cittadinanza attiva e legalità rivolti a studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Lecce.

Il documento preparatorio alla XXVII Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle Mafie, “Terra mia Coltura e Cultura” dedica il Contesto 2 alle donne: “… Nelle famiglie mafiose sono spesso le donne ad essere vittime di violenza. Una violenza che si protrae nel tempo, si ripete, alberga in ogni cosa, al punto che per molte ragazze diventa difficile distinguere ciò che bene da ciò che è male …”.

“La Giornata di Lunedì per noi non ha rappresentato unicamente un momento celebrativo – ha dichiarato Luigi Conte Presidente del CSV  – Il Centro Servizi , infatti è impegnato tutto l’anno in un progetto che torna anche nel 2022, chiamato ‘ Il Palio della Legalità ‘ e  attraverso cui si porta la cultura della Legalità nelle scuole e non solo”

Per informazioni:

Maria Grazia Taliani – 3929818705/Veronica De Vito -3492476896

Breve nota biografica su Piera Aiello.A soli 18 anni fu costretta a sposare Nicola Atria, figlio del mafioso Vito ucciso pochi giorni dopo il loro matrimonio. Nel giugno 1991 assiste, insieme alla figlia, all’assassinio del marito. Dopo l’omicidio, Piera Aiello inizia a collaborare con polizia e magistratura insieme alla cognata Rita Atria

Le denunce di Piera e Rita, insieme ad altre testimonianze, hanno permesso di arrestare numerosi mafiosi di Partanna, Sciacca e Marsala. Rita, molto legata a Borsellino, una settimana dopo la morte del giudice si suicida a Roma, dove viveva in segreto.

Nel 2018 si è candidata come parlamentare antimafia a volto coperto, solo dopo aver vinto, scoprì e rivelò il suo volto. Fino alle elezioni del 2018 Piera Aiello ha vissuto con un’altra identità. È la prima parlamentare della Repubblica Italiana con lo status di Testimone di Giustizia: oggi continua la sua battaglia contro le Mafie

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment