Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliTEATRO PARTE LA STAGIONE DI PROSA 2016\207, ECCO MASSIMO GHINI

TEATRO PARTE LA STAGIONE DI PROSA 2016\207, ECCO MASSIMO GHINI

TEATRO PARTE LA STAGIONE DI PROSA 2016\207, ECCO MASSIMO GHINI

Ghini

Al Teatro Comunale, mercoledì 14 dicembre (ore 21), in scena Un’ora di tranquillità

Torna la stagione di prosa del Teatro Comunale di Nardò, organizzata dal Comune di Nardò e da Teatro Pubblico Pugliese con la collaborazione di Terrammare Teatro. Mercoledì 14 dicembre, primo dei sei appuntamenti in cartellone, andrà in scena Un’ora di tranquillità,capolavoro di Florian Zeller, uno dei talenti della nuova drammaturgia francese, diretto ed interpretato da Massimo Ghini. Sul palco anche Claudio Bigagli, Massimo Ciavarro, Alessandro Giuggioli, Galatea Ranzi, Luca Scapparone e Marta Zoffoli. La scenografia è di Roberto Crea, i costumi di Silvia Frattolillo, le luci di Marco Palmieri. L’inizio dello spettacolo è alle ore 21.

La commedia rappresenta un’esigenza che, dati i momenti convulsi che viviamo, si fa quasi utopia. Il protagonista diviene il Caronte di se stesso e andrà incontro ad un’onda anomala composta da persone, affetti, sconosciuti, che scaricheranno su di lui le loro nevrosi. La meravigliosa doppiezza dei protagonisti fa sì che qualunque opera riparatrice essi vogliano compiere, si trasformerà in tortura. Ridere continuando a descrivere la doppiezza della società che non parla e se lo fa mente, accettando tutti di essere protagonisti del nulla. Un’ora di tranquillità è una commedia moderna brillante e divertente grazie al meccanismo del vaudeville giocato tra equivoci e battute esilaranti, una macchina drammaturgicamente perfetta e geniale. L’abilità di Zeller non è solo l’arte di gestire gli incidenti in un vortice in cui le collisioni sono inevitabili, ma farlo brillantemente e con un gusto che amplifica il divertimento. Questa è un’opera corale i cui personaggi hanno ciascuno un ruolo fondamentale nella vicenda, come se fossero loro stessi gli ingranaggi che mettono in moto la macchina della risata già dalle prime battute del testo.

I costi dei biglietti, rispetto alle scorse stagioni, sono diminuiti di circa il 10%. Il biglietto per i posti di platea e palco centrale è di 14 euro (12 il ridotto), per palco laterale 12 euro (10 il ridotto), per proscenio e loggione 8 euro. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi a TerramMare Teatro, presso il Teatro Comunale di Nardò in corso Vittorio Emanuele n. 22, ai numeri di telefono 0833 571871, 348 6722242, 348 8733426, 389 6847435 oppure sul sito www.terrammareteatro.ito all’indirizzo di posta elettronicasegreteriaterrammare@gmail.com.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment