Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliIL TEMPIO DELLE FOLE

IL TEMPIO DELLE FOLE

IL TEMPIO DELLE FOLE

IV edizione BACCANTI di EURIPIDE

Lecce – Chiostro dell’ex Convento dei Teatini, ore 21.00. Dal 16 al 19 settembre 2021

La rassegna di dramma antico e teatro di letteratura firmata da POIEOFOLA’

porta in scena una delle opere più significative del tragediografo greco, in un allestimento visionario firmato da Roberto Treglia, alla regia, e Alberto Greco, alla direzione artistica.

Interprete d’eccezione la cantante salentina Cinzia Corrado, che dà voce all’animo di Agave, regina delle Baccanti

*****

Nel Chiostro dell’ex Convento dei Teatini di Lecce (ingresso da Via Regina Isabella), dal 16 al 19 settembre 2021, si accendono i riflettori su “IL TEMPIO DELLE FOLE”, rassegna di dramma antico e teatro di letteratura alla sua quarta edizione. Protagonista sarà Baccanti di EURIPIDE nell’originale messinscena firmata da Poieofolà – CostruzioniTeatrali. Tutte le sere alle ore 21.00, una delle più celebri opere del tragediografo greco verrà proposta con l’ormai caratteristico stile “noir” del gruppo salentino Poieofolà, attualizzata ma con un chiaro rispetto della “classicità”, con l’inserimento della recitazione in metrica greca, in distici elegiaci e trimetri giambici, sui testi tradotti e adattati da Roberto Marius Treglia, che firma la regia secondo il suo stile ricercato (e si fa anche interprete di Dioniso). La direzione artistica della rassegna è di Alberto Greco che propone una chiave di lettura inconsueta e un allestimento “visionario”: un flashback nell’800 più oscuro ed esoterico, dal retrogusto vittoriano.

Tra i principali interpreti la cantante salentina Cinzia Corrado, che da voce all’animo di Agave, regina delle Baccanti, stordita dai fumi e dagli eccessi dei tiasi, quando, ormai rinsavita realizza di aver trucidato il figlio Penteo.

In Baccanti di Poieofolà la storia della civiltà e del pensiero greco di un Euripide misogino ed ellenisticamente innovativo incontra il terrore per l’irrazionale e il diverso che contraddistingue il periodo della caccia alle streghe del XVII secolo, periodo storico in cui le scelte registiche immergono il testo classico integrale per suscitare emozioni vibranti. Con Baccanti vengono affrontati gli aspetti più sensibili e imperscrutabili dell’essere donna e della costante che regola il rispetto della fede e dell’amore. Le “eroine” euripidee incarnano appieno il molteplice aspetto della natura umana e la grandezza spirituale del genere femminile in forte contrasto al genere maschile, confrontandosi con l’inevitabile equilibrio di ordine cosmico esercitato dalla legge del fato secondo il principio del “medèn àgan”, ovvero del “mai eccedere”.

BACCANTI – È giusto credere agli dei della tradizione o distaccarsene e venerarne di nuovi? E’ forse sbagliato non osservarne il culto o è più utile seguire un proprio credo? Da ogni azione scaturisce un’inevitabile conseguenza e il contraccolpo che spetta a chi rinnega il culto di una Potenza Primordiale non può che essere il castigo. Dioniso giunge al termine di un percorso di evangelizzazione d’Europa e, nella fattispecie, dell’intero Occidente. Tebe, città che vuole sottomettere al proprio culto, diviene la culla del suo tremendo credo. E nessun mortale può mettersi contro la volontà suprema di un essere così spietato e vendicativo. Un esercito di donne al suo seguito, streghe, assassine, vendicative e violente, adultere veneratrici, pronte a divulgare il verbo del Dio. Tra gli oscuri meandri delle selve più aspre e fitte consumano le loro orge e rendono onore all’unico Sovrano del mondo. Come uno sciame di api sono pronte a difendere il proprio alveare; come un groviglio di serpi sono in grado di tessere tranelli e di circuire la mente di ogni uomo; come un branco di belve sono pronte a distruggere chiunque ostacoli la loro Verità e l’estrema potenza di un solo e unico Signore. E non c’è legame alcuno che tenga, né istituzionale, né morale. Nessun ritegno, neppure per i legami di sangue!

Cast BACCANTI 2021

DIONISO – Roberto Marius Treglia

PENTEO – Tommaso Fiorentino

CADMO – Ettore De Matteis

AGAVE – Cinzia Corrado

TIRESIA – Alberto Greco

MESSAGGERO – Emanuele Frisenna

PASTORE – Riccardo Martella

BACCANTI D’ASIA – Isaura Scorrano, Luana Greco, Laura Cortese, Tiziana Renni, Claudia Presicci, Fabio Corciulo, Rosa Carrozza, Marta Piccolo, Irene Nobile, Eleonora Benvenga, Francesca Spano.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment