Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàI TERRENI ABBANDONATI TORNANO VERDI SINDACI PRONTI A DARE LE PRIME ADESIONI

I TERRENI ABBANDONATI TORNANO VERDI SINDACI PRONTI A DARE LE PRIME ADESIONI

I TERRENI ABBANDONATI TORNANO VERDI SINDACI PRONTI A DARE LE PRIME ADESIONI

Aree destinate al rimboschimento: ci sono già le prime importanti adesioni. Un ruolino di marcia straordinario quello che si sono dati il DAJS (Distretto Agroalimentare Jonico Salentino) e la Provincia di Lecce, che in poche settimane hanno già chiamato a raccolta 50 dei 96 Comuni della provincia di Lecce.

Il prossimo incontro è previsto lunedì 13 settembre a Maglie, nella sala consiliare del Municipio in piazza Aldo Moro, a partire dalle ore 18.

Oltre al Primo cittadino “di casa”, Ernesto Toma, sono convocati i sindaci di altri 25 Comuni del Leccese, per un totale di 26 enti locali: Bagnolo del Salento, Botrugno, Calimera, Cannole, Carpignano Salentino, Castrignano de’ Greci, Corigliano d’Otranto, Cursi, Cutrofiano, Giuggianello, Giurdignano, Martano, Martignano, Melpignano, Minervino di Lecce, Muro Leccese, Otranto, Palmariggi, Sanarica, Scorrano, Sogliano Cavour, Soleto, Sternatia, Uggiano La Chiesa e Zollino.

 

A spiegare il variegato Piano di Rigenerazione sostenibile e di riforestazione del territorio saranno il presidente della Provincia, Stefano Minerva, il presidente del DAJS Pantaleo Piccinno, il direttore del DAJS Maurizio Mazzeo insieme al magnifico rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice, al vice-presidente del CIHEAM Teodoro Miano, e al dottor Fabrizio De Castro, coordinatore scientifico del Programma di Rigenerazione Sostenibile.

Il DAJS ha approntato un questionario attraverso il quale le amministrazioni comunali possono dichiarare la propria disponibilità, insieme ai privati, segnalando i terreni da candidare ad azioni di riforestazione. Un primo passo concreto per anticipare quel meccanismo di coinvolgimento tanto auspicato.

E si va verso le prime adesioni, come annuncia il sindaco di Maglie Ernesto Toma: “Abbiamo già individuato alcune zone in agro di Maglie – dice il primo cittadino – che vogliamo destinare al progetto di rigenerazione. Considero estremamente importante il lavoro di raccordo che stanno facendo DAJS e Provincia. Il 13 settembre parteciperò alla riunione assieme al tecnico del Comune: un’opportunità per confrontarsi con tutti i colleghi del comprensorio su questa tematica di stringente attualità. Stiamo nel frattempo verificando che ci siano tutti i requisiti per trasformare le aree individuate in grandi polmoni verdi a beneficio della collettività”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment