Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeTRAUMI DELLO SPORTIVOTRAUMI DELLO SPORTIVO: LA CONTRATTURA

TRAUMI DELLO SPORTIVO: LA CONTRATTURA

TRAUMI DELLO SPORTIVO: LA CONTRATTURA

LA CONTRATTURA

Una contrazione involontaria e improvvisa di uno o più muscoli può provocare una lesione muscolare definita contrattura.

Quando il tessuto muscolare viene sollecitato con un carico eccessivo che va oltre il limite di sopportazione fisiologico, il nostro corpo adotta questo meccanismo di difesa con l’insorgenza della contrattura.

È un disturbo lieve e sopportabile, meno grave dello stiramento e dello strappo muscolare, poiché è caratterizzato da un aumento del tono del muscolo contratto e non da un danneggiamento del tessuto.

In caso di contrattura muscolare si avverte un dolore modesto ma diffuso nella zona interessata, più frequente durante l’esercizio fisico, mancanza di elasticità muscolare con presenza di rigidità, aumento del tono muscolare, tensione e limitazione del movimento.

Anche se spesso non causa la sospensione dell’attività, è sempre consigliabile interrompere temporaneamente l’allenamento per allentare il rischio di complicanze.

A livello sportivo le cause della contrattura oltre ad uno sforzo muscolare eccessivo, ci può essere un riscaldamento non adeguato, un movimento brusco, improvviso o involontario,un allenamento svolto in maniera non corretta che va oltre la propria preparazione fisica.

Altre cause possono essere anche non proprio sportive, come lavori pesanti, scarsa attività fisica, posture scorrette e squilibri muscolari.

Altre situazioni che favoriscono la comparsa di contratture possono essere una disidratazione, con carenza di magnesio, potassio, calcio e sodio, sali minerali che regolano contrazione e rilassamento muscolare.

Possiamo aggiungere ai fattori predisponenti una prolungata esposizione al freddo, un riposo non adeguato o uno stesso eccessivo e prolungato.

Considerata una problematica di lieve entità, pochi giorni di riposo di norma portano alla guarigione.

Chiaramente se non si rispettano i tempi o si continua a svolgere la normale attività fisica, questo periodo potrebbe allungarsi o portare a complicanze.

Per accelerare il tempo di recupero si possono praticare opportuni esercizi di stretching, un adeguata attività può aiutare con l’afflusso sanguigno, l’applicazione di impacchi caldi o strumenti termici per sciogliere le fibre muscolari, praticare tecniche di rilassamento per ridurre la tensione. Tra queste un ottimo aiuto è dato dal massaggio decontratturante.

Naturalmente se il dolore è intenso vi sono altre tecniche, sia fisioterapiche e su consiglio medico farmacologiche.

Quindi la prevenzione consiste in un adeguato riscaldamento e allungamento muscolare prima di ogni attività sportiva oltre che valutare bene la propria preparazione fisica prima di effettuare uno sforzo.

Importante è sempre rispettare i tempi di recupero, assumere posture corrette, correggere eventuali squilibri muscolari e mantenere una corretta idratazione.

Buon allenamento a tutti.

 

Antonio Laurentaci

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment