Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàTRICASE LA QUERCIA VALLONEA SECOLARE CLASSIFICATA L’ALBERO PIÙ BELLO DI ITALIA

TRICASE LA QUERCIA VALLONEA SECOLARE CLASSIFICATA L’ALBERO PIÙ BELLO DI ITALIA

TRICASE LA QUERCIA VALLONEA SECOLARE CLASSIFICATA L’ALBERO PIÙ BELLO DI ITALIA

La gente del posto, ma non solo, la conosce anche come “la quercia vallonea dei cento cavalieri” ed a essa è legata da un’antica leggenda. Ora lo stupendo esemplare di quercia è stato incoronato, grazie alle tantissime preferenze riscosse il miglior albero italiano.

Ben 350mila voti che gli hanno consentito di guadagnare la prima posizione del concorso europeo «Tree of the Year» sono un plebiscito straordinario.

Sin dal primo giorno, il più antico monumento “vivente” del Salento si è conquistato la vetta della classifica. Prima posizione che non ha mai ‘mollato’ nonostante gli altri ‘esemplari’ in gara, altrettanto ricchi di storia, cultura e bellezza. Alla fine ha vinto, lasciandosi alle spalle la Quercia di Fossalta, in provincia di Venezia, la Quercia delle Checche, della val d’Orcia e la Quercia il Leccio dell’Etna in Sicilia. Da sola, vallonea salentina è riuscita a superare la somma delle preferenze dei suoi avversari.

Con i suoi 700 anni e più di 700 metri quadrati di foltissima chioma, una ‘cupola verde’ che ha dato un ‘riparo’ dalla tempesta all’esercito di Federico II, lo “stupor mundi“, durante una sua visita in Terra d’Otranto dopo la disfida di Barletta del 1503, è un vero e prorio gioiello che attira, da sempre, la curisità di numerosi visitatori italiani e stranieri.

Secondo altre leggende, la quercia veniva “interrogata” da alcuni oracoli greci che, a seconda del rumore delle fronde al vento, prevedevano il futuro.

L’albero-simbolo della Puglia, conosciuta come “Quercus Ithaburensis Decaisne”, ‘ritirerà’ simbolicamente il premio. Premiazione che verrà effettuata il prossimo 30 novembre a Buttrio (Udine).

Intanto, dal suo angolo di ‘magia’ sulla strada tra Tricase e il Porto, a due passi dalla chiesa sconsacrata della Madonna di Costantinopoli del 1648, ha conquistato la popolarità e la visibilità dell’Italia intera che l’ha votata, scegliendola come detto come miglior albero italiano grazie all’impegno dell’associazione friulana Giant Trees Foundation Onlus, che si occupa della salvaguardia degli alberi giganti nel mondo, che ha aderito al concorso Tree of The Year 2019, dando il via alle votazioni.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment