Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSport TUTTI IN ATTESA CHE CORVINO E BARONI COSTRUISCANO IL NUOVO LECCE

 TUTTI IN ATTESA CHE CORVINO E BARONI COSTRUISCANO IL NUOVO LECCE

 TUTTI IN ATTESA CHE CORVINO E BARONI COSTRUISCANO IL NUOVO LECCE

In attesa che Corvino e Baroni si incontrino e discutano di come sarà il prossimo “Lecce” i tifosi si sbizzarriscono nelle ipotesi più disparate su chi resterà, chi partirà e ancora di più chi arriverà. Specie nella situazione attuale di un nuovo tecnico che deve prendere le briglie e guidare il carro giallorosso tutto è possibile, proponibile salvo poi a vedere quanto decideranno i due responsabili sopra citati e quanto l’evolversi del mercato prima e del campionato dopo suggeriscano a Baroni. È evidente che per prima cosa saranno presi in esame gli elementi che hanno fatto parte della squadra nella scorsa stagione. Tutti nessuno escluso perché è giusto che Baroni abbia un quadro completo e poi possa dire la sua. Non sono esclusi da questo esame i giovani che così bene hanno stanno facendo con la formazione Primavera.

Partendo dal ruolo del portiere, dove il Lecce è particolarmente coperto, bisogna vedere i prescelti tra Gabriel, Vigorito, Bleve e Borbei; In difesa oltre alle certezze del giovane Gallo e del veterano Lucioni, bisogna studiare la posizione di Maggio, Adjapong, Dermaku, Meccariello, Pisacane, Calderoni, Zuta e il jolly Paganini, quest’ultimo già allenato da Baroni in passato.

In mezzo al campo sicuro l’addio con Tachtsidis, con Nikolov si sta lavorando per il rinnovo del prestito senza aderire al riscatto già fissato in 4 milioni di euro. In questo nevralgico reparto ci sono due certezze rappresentate dai giovani Bjorkengren e Hjulmand a cui si assommano gli esperti Henderson e Majer mentre per quanto riguarda il capitano Mancosu si vedrà quale modulo Baroni vuole adottare, e la conseguente disponibilità del giocatore a ritornare nella zona centrale del campo. Baroni quasi certamente, inoltre, potrà disporre di Listowski a lungo tenuto ai box da un infortunio. Saranno poi fatte valutazioni in base al modulo che vorrà adottare il nuovo tecnico (4-3-3 ?). In attacco dove Coda e Rodriguez, salvo offerte cui non si può dire di no, dovrebbero restare, potrebbe essere confermato anche Pettinari se Corvino, dopo le ultime prestazioni del calciatore, riuscirà a convincerlo visto che è in scadenza di contratto. Per Yalcin, vale lo stesso discorso di Nikolov, l’alto costo per il riscatto (5 milioni di euro), indurrebbe alla rinuncia, anche perché il giocatore, forse non per colpa sua, non è riuscito a dare prova effettiva di quanto possa effettivamente valere. Se potesse essere rinnovato il prestito non è escluso che gli si dia la possibilità di restare ancora nel Salento.

Il passo successivo sarà individuare quei giocatori che integrino la rosa migliorandone tasso tecnico tattico.

Radio tifo fa circolare qualche nome tra i giocatori già allenati da Baroni e tra questi Lorenzo Crisetig e Michael Folorunsho; per la difesa si fa il nome di Simone Romagnoli, classe 1990, Difensore centrale dell’Empoli. Su questo giocatore c’è anche un interessamento della Spal

Ernesto Luciani

 

Condividi con:

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment