Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaUN 2021 DIFIFICILE CON LA LEGA PUGLIA SODDISFATTA DELLA POLITICA SVOLTA

UN 2021 DIFIFICILE CON LA LEGA PUGLIA SODDISFATTA DELLA POLITICA SVOLTA

UN 2021 DIFIFICILE CON LA LEGA PUGLIA SODDISFATTA DELLA POLITICA SVOLTA

Lega Puglia tira le somme di un’annata complessa e incassa la fiducia su una serie di importanti emendamenti al bilancio della regione puglia.

In un bilancio regionale in cui la maggior parte delle risorse disponibili sono state assorbite dalla sanità, in un annus horribilis per moltissimi cittadini pugliesi che ancora sono costretti a fare i conti con l’emergenza pandemica, com’era prevedibile e inevitabile, il gruppo consiliare della Lega ha scelto di dare priorità all’occupazione ed alla tutela dei più fragili. “Sosteniamo i più fragili, diamo voce alle fasce più vulnerabili”; questo il monito di Davide Bellomo, capogruppo Lega Puglia in Consiglio e promotore degli emendamenti, che ha fatto proprie le battaglie di cittadini esasperati e che finalmente hanno visto riconosciute in Consiglio le proprie ragioni.

A partire dall’emendamento che garantisce sostegno agli educatori ed assistenti alla comunicazione degli alunni disabili, che oggi vivono il disagio di un’occupazione precaria e a basso reddito. Alla loro richiesta di far valere i propri diritti, non si è fatta attendere la risposta concreta di Lega Puglia, che ha deciso di dar voce dai banchi del Consiglio ad operatori che svolgono un compito delicato e fondamentale.  L’emendamento in questione, per il quale sono stati stanziati 50.000 euro, porrà le basi per la realizzazione di uno studio che avrà lo scopo di stabilizzare queste importantissime figure, finalmente riconoscendo loro dignità professionale.
Restando in tema di giovani e occupazione, un altro importante emendamento che porta la firma della Lega è quello che istituirà borse di studio per tirocini e attività di ricerca presso le strutture del Consiglio Regionale. Ben 100.000 sono gli euro stanziati per consentire ai giovani di intraprendere attività formative e di orientamento presso la Regione; un concreto segnale di speranza rivolto alle nuove generazioni.
Come più volte sottolineato da Bellomo, la priorità va data ai più vulnerabili. E un altro importante passo in avanti è stato fatto con l’approvazione dell’emendamento che istituisce la promozione di un percorso a elevata integrazione socio sanitaria in favore di persone con disabilità ‘non collaboranti’. A tal fine, sono stati stanziati 50.000 euro da destinare a percorsi diagnostico-terapeutici in ambito specialistico, rivolti a pazienti disabili affetti da gravi deficit cognitivo-sensoriali. A questo importante traguardo, si aggiunge il riconoscimento dei rimborsi spese ai pazienti affetti da fibromialgia per gli spostamenti dovuti a esigenze cliniche; anche in questo caso, stanziati ben 50.000 euro che rappresenteranno un concreto sostegno a pazienti le cui richieste erano state disattese sino ad oggi.

“L’anno che si appresta a concludersi è stato faticoso per moltissime categorie”, commenta Bellomo, “una fra tutte gli agricoltori. L’atteggiamento di Lega Puglia vuol essere costruttivo, vogliamo trasformare i problemi in opportunità. Ed è per questo motivo che siamo riusciti a far approvare all’unanimità un emendamento per avviare un progetto di monitoraggio e censimento dei cinghiali presenti sul nostro territorio, con lo scopo di creare finalmente una filiera delle carni”.

Infine, un altro importante obiettivo è stato raggiunto con l’approvazione dell’emendamento di modifica alle norme sulla VIA per superare le criticità interpretative, nello specifico per i progetti a destinazione turistica realizzati mediante il recupero/ristrutturazione edilizia di manufatti già esistenti e che non comportino nuova realizzazione. Iniziativa che incrementerà il turismo con la creazione di nuove opportunità lavorative.
Per Bellomo, che ha confermato il voto contrario del proprio gruppo, la sfida è spendere bene le risorse regionali: “non è più possibile concedere prebende ai vari territori, nel bilancio non si vede un disegno strategico ma la riproposizione di una maggioranza blindata che continua ad elargire mancette post elettorali”.
Bellomo conclude: “Siamo soddisfatti de lavoro svolto dal nostro gruppo. Sebbene il nostro voto al bilancio sia negativo, ancora una volta abbiamo votato una manovra finanziaria fatta arrivare in fretta e furia dal centrosinistra per evitare l’esercizio provvisorio”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment